ADL: “Ritiro non punitivo, non vado dietro ai pettegolezzi. Reina? Problemi familiari. Proposta per i tifosi e sull’EL…”

6-DOHA-JUVENTUS-NAPOLI-DELAURENTIIS-FOTOCUOMO-23

Il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, dopo la scelta del ritiro per i calciatori del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni :”

Giovedì ci aspetta una sfida importante, il Wolfsburg è secondo in Bundesliga e sarà una bella partita. L’anno scorso abbiamo investito 98 milioni euro e non possiamo farlo ogni anno altrimenti torniamo in C.
Reina? Noi gli avevamo fatto la nostra proposta, ma ha accettato un compenso maggiore in Germania, dove il Bayern Monaco ha un fatturato tre volte superiori al nostro e inoltre aveva problemi familiari non lo facevano restare a Napoli.
Rispetto il pensiero dei tifosi ma dobbiamo costruire di anno in anno, anche lo stadio pretenderà dei costi societari, metterò dei soldi miei.
La Fiorentina è una bella squadra, sarà una sfida all’insegna della massima sportività. Non vado dietro ai pettegolezzi, la mia decisione del ritiro non è punitiva ma per creare maggiore concentrazione: da qui alla fine ci vuole la massima concentrazione, non bisogna distrarsi e creare ancora più compattezza. I miei collaboratori possono anche dissentire dalla mia decisione del ritiro ma questa decisione spetta a me e vorrei che gli organi di stampa smettessero di parlare di punizione, questo ritiro non è punitivo.  La stagione ancora non è finita e io ci credo ancora.
In Lega stiamo decidendo di giocare la 1ª giornata di campionato del prossimo anno in 10 città diverse nel mondo.

Invito i tifosi del Napoli a Castel Volturno e vediamo chi cucina la pizza migliore: chi vince avrà dieci abbonamenti in regalo. Vediamo se la Curva A e la Curva B ci saranno”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 491 volte