Parma, Donadoni: ”Noi senza energie e cattiveria”

GENOVA – “Era difficile però stasera è mancata l’energia sufficiente e il Genoa ha vinto lì, con la cattiveria, con la convinzione. Hanno vinto molti duelli individuali e questo ha fatto la differenza, soprattutto nel primo tempo dove non ci siamo presentati nella maniera giusta”. E’ l’analisi dell’allenatore del Parma, Roberto Donadoni, dopo la sconfitta degli emiliani per 2-0 a Marassi contro il Genoa nel recupero della 25esima giornata di Serie A.

“GARA AFFRONTATA NEL MODO SBAGLIATO” – “Sapevamo di affrontare un avversario con queste caratteristiche ma non abbiamo affrontato la gara nella maniera giusta e questo ha creato delle difficoltà – prosegue ai microfoni di Sky il tecnico dei ducali -. Le cose nel secondo tempo sono andate meglio ma qualche giocatore era compassato, poco determinato e poco convinto e questo col passare del tempo diventa una differenza che fa un risultato piuttosto di un altro. Il nervosismo in campo? Quando l’arbitro fischia, zitti e si gioca. Questi atteggiamenti sono un brutto segnale, non dimostrano tanto di tenerci ma di far vedere con armi differenti quello che non si sta facendo in campo”.

“SPERIAMO IN RISULTATO POSITI” – Abbiamo sempre provato a reagire alla situazione sul campo e continueremo a farlo. Inutile ripeterci la situazione societaria, non sappiamo gli sviluppi futuri. Io mi aspetto che facciano il proprio dovere e le cose con la testa, come faranno. I nostri due curatori fallimentari assieme ad Albertini stanno provando a fare le cose nella maniera più idonea e speriamo che alla fine se ne venga a capo con un risultato positivo anche fuori dal campo”, conclude Donadoni. parma calcio

Protagonisti:
roberto donadoni
Fonte: Repubblica

Commenti