Monaco-Juve, su Kondogbia era rigore. Arbitro insufficiente

monaco-juve champions rigore kondogbiaL’arbitro scozzese Collum decide di dirigere in maniera un po’ particolare. In sostanza, ammonire per comportamenti non regolamentari o proteste, ma permettere il gioco duro. Va bene alla Juve, perché l’intervento da dietro al 30’ del primo tempo in  netto ritardo di Chiellini (già ammonito in avvio) in Italia sarebbe stato da secondo giallo. L’arbitro invece ha graziato il centrale bianconero, come ha fatto poi per interventi simili con Martial su Marchisio, Marchisio su Toulalan e Fabinho su Morata. Ma l’errore più grande arriva al 36’ del primo tempo: Kondogbia da destra entra in area, saltando Chiellini, che poi stringe a sandwich il centrocampista francese insieme a Vidal, in ritardo sul raddoppio. È proprio il cileno, infatti, a commettere il fallo che sarebbe stato da rigore. Non per Collum, che invita a giocare malgrado le proteste dei giocatori del Monaco e del tecnico Jardim.

La Gazzetta dello Sport

Commenti