ADL: “Con Rafa abbiamo parlato di stadio, vivaio e mercato: dipende dalla sua famiglia. Maggio, ci sono novità”

De Magistris-De Laurentiis_DMF_3677 Napoli-Volfsburg 23/4/2015 foto De Martino

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Incontro con Benitez lunedì? Tra me e Rafa c’è sempre stato un grande rapporto di stima reciproca e amicale: si, ci siamo incontrati faccia e faccia e abbiamo parlato delle prossime partite che sono importantissime sia per la squadra che per lui, per recuperare qualche ‘svista’ che c’è stato nel passato.
Abbiamo parlato dello stadio: abbiamo dato agli stessi architetti dello Juventus Stadium per consegnare entro il 31 maggio il progetto di massima, dopo di che il Comune ha un certo numero di giorni per dare l’ok e poi passare al progetto attuativo entro 60 giorni e dopo di che inizieranno i lavori. In linea di massima, se il Comune non mi fa perdere tempo, potremmo cominciare i lavori entro marzo-aprile dell’anno prossimo. 

Per quanto riguarda il vivaio, io ho già trovato 8 ettari che sto cercando di acquistare per costruire dai 4 ai 6 campi per le squadre giovanili più spogliatoi ed alberghi. Questo è quello che stiamo facendo.
Per quanto riguarda il mercato, quello che è stato fatto è stato più che positivo: nella stagione precedente abbiamo investito più di 90 milioni, quest’anno abbiamo comprato Koulibaly, Strinic e Gabbiadini. Comprare per comprare come amano i tifosi, non serve: io devo far si che i numeri del Napoli non vadano in rosso, quest’anno sarà il primo anno che purtroppo lo faremo, giacchè è mancata la partecipazione in Champions. Ciò nonostante investirò soldi miei per lo stadio e per le giovanili.
Se entreremo in Champions, avremo un’altra volta la possibilità di ossigenarci e fare altri acquisti: io non devo sostituire nè Insigne, nè Callejon, nè Higuain: occorrono tre acquisti mirati. Squadre come il Real Madrid e il Manchester Utd, nonostante i grossi investimenti, non è detto che vinceranno il titolo, così come la Roma ha avuto i suoi problemi quest’anno. Io credo che il Napoli non sia secondo a nessuno, e credo che Rafa Benitez sia un grande allenatore e che ci porterà lontano.
A Rafa ho detto che può restare 1 anno come 5 anni: se riesce a convincere la famiglia, dato che ha una figlia che deve iniziare l’università e Roma dista appena 1 ora e 10, io lo aiuterò in tutto. Se vuole restare e creare una new Liverpool , io sono ben felice. Ci incontreremo sabato.
Poi ho visto Bigon e abbiamo parlato del rinnovo di Maggio: abbiamo deciso di rinnovargli il contratto per altri tre anni.
Violenza negli stadi? Non si può scaricare tutta la responsabilità sui club come ha fatto il Ministro Alfano, che non è capace di proteggere una città come Roma devastata dagli olandesi. I club ne hanno le tasche piene di essere presi in giro.
Squalifica di Denis?  Non vorrei essere nei panni di Tosel,che priva l’Atalanta del suo attaccante migliore nella fase finale della stagione. Gli comminerei una squalifica a lungo termine: questi signori vanno colpiti nel portafoglio, non bisogna colpire le società. 

Giuseppe Di Marzo

Commenti