Caiazza: “De Laurentiis-Benitez, qualcosa sta cambiando, terzo posto alla portata del Napoli”

Wolfsburg-Napoli De Laurentiis 2SALVATORE CAIAZZA, giornalista, responsabile dei servizi sportivi del Roma, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Per questo Napoli ci vuole l’esorcista. Il Napoli ha asfaltato il Milan e l’avrebbe fatto comunque, anche senza superiorità numerica che forse, ha avvantaggiato gli stessi rossoneri. Fa rabbia vedere gli azzurri giocare così bene, com’è accaduto nella ripresa con il Milan. Certo è che il calendario della Lazio è molto difficile ed il Napoli deve vincerle tutte da qui alla fine per poi fare i conti. Credo che il terzo posto sia ancora alla portata. Ci può stare un po’ di rilassamento tra le partite di coppa, ma non voglio nemmeno pensarci. Bisogna puntare tantissimo sull’andata al San Paolo per mettere al sicuro la qualificazione per Varsavia, sapendo che gli ucraini non sono una squadretta, perché se sono arrivati in semifinale, evidentemente, l’hanno meritato. Davo percentuali molto basse per la conferma di Benitez e pur rimanendo pessimista, qualcosa sta cambiando. È fondamentale conquistare l’accesso in Champions per avere le risorse necessarie a potenziare la squadra e le strutture, ovviamente, anche la durata del contratto dovrà essere adeguata al progetto che si vuole portare a termine, perché rinnovare per un anno solo o prevedere vie d’uscita per eventuali chiamate dalla Spagna, sarebbe inutile”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!