Mondonico: “Non condivido la filosofia di Benitez: la fase difensiva è importante”

mondonico

Emiliano Mondonico parla ai microfoni di Marte Sport Live: “Il Napoli ha la filosofia di segnare un gol in più dell’avversario e non mi trova d’accordo. Nella fase difensiva bisogna mettere giù la testa e correre dietro agli altri. Ci vuole questa umiltà, altrimenti non si va da nessuna parte. Ho guardato un po’ i numeri: la differenza tra i gol subiti dal Napoli e quelli della Juve è incredibile. Gli azzurri ne hanno presi il doppio, evidentemente c’è qualcosa che non va. La fase difensiva non è una priorità, mi sembra chiaro. Mi spiace perché il Dnipro non è una squadra eccezionale che si è limitata a controllare bene e il Napoli è andato in difficoltà. Il calcio italiano? Basta con i sogni esotici e le filosofie pazzesche che possono diventare realtà quando hai una rosa come quella del Barcellona che può permettersi determinate variazioni. Nelle squadre normali, le motivazioni fanno la differenza. Per quanto mi riguarda, toglierei il silenzio stampa. E’ un po’ una copertura. Bisogna dare delle spiegazioni. Il Napoli è stato eliminato dal Dnipro che è nettamente inferiore, quindi non ci si può attaccare soltanto agli errori arbitrali. L’avversario va battuto in qualsiasi situazione. I cambi ruolo su ruolo? Succede da tutto l’anno, non è una novità. Zapata in tribuna? Evidentemente pensava che non sarebbe servito.
Hamsik? Benitez ha le sue logiche e penso che abbia messo in campo la formazione ritenuta migliore”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 466 volte