Salvatore Caiazza: “Sul futuro di Higuain non so sbilanciarmi ma una cosa è certa”

caiazzaSALVATORE CAIAZZA, giornalista, responsabile dei servizi sportivi del Roma, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Non avrei mai immaginato che i tifosi del Napoli sarebbero stati costretti a tifare per le avversarie più odiate, ovviamente, calcisticamente parlando. Capiterà anche con la Roma, sperando che vinca il derby con la Lazio, per giocarsi l’ultima possibilità di centrare il terzo posto, anche se con questo Napoli, sinceramente, avrei qualche dubbio a scommetterci. La colpa è di tutti, società, allenatore e squadra e se non è fallimento questo, ditemi cos’altro si doveva sbagliare. Ovviamente, il terzo posto sarebbe magra consolazione rispetto a quanto si potevo oggettivamente ottenere. La società ha le sue colpe perché non ha completato la squadra a disposizione di Benitez, che, dal canto suo, si è intestardito su modulo e gestione del gruppo che non hanno sortito gli effetti sperati e non ultimi i calciatori, che non hanno mai dimostrato un reale attaccamento alla maglia. Sul futuro di Higuain non so sbilanciarmi ma una cosa è certa: con le ultime prestazioni ha dilapidato l’enorme patrimonio di credibilità che aveva accumulato. Alla fine, senza Champions e, per la prima volta con un passivo di bilancio, prevedo un futuro ridimensionato con i big che potrebbero essere ceduti per ripartire con un nuovo progetto fondato su giocatori nuovi, meno costosi e con una gestione più leggera”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 536 volte