Mandato: “Napoli-Lazio, la differenza la può fare il pubblico, sulla conferenza congiunta…”

mandatoTOMMASO MANDATO, agente FIFA, presidente Sportform, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Sarebbe riduttivo spiegare la mediocrità del campionato del Napoli con la sfortuna perché ci sono state tante occasioni perse e, nonostante tutto, c’è ancora la possibilità di centrare la terza posizione. L’accesso alla Champions, lo sappiamo, è obiettivo essenziale per il futuro del Napoli. È difficile capire di cosa si parlerà nella conferenza stampa convocata e non vorrei che, addirittura, ci possa essere qualche collegamento con le imminenti elezioni regionali. Sbagliata anche la scelta di tempo, a prescindere dai contenuti. Il pubblico può e deve essere determinante nella sfida con la Lazio. Ero a Roma nelle ore del derby e la mia diffidenza è immediatamente scomparsa sentendo la tensione che c’era tra le opposte fazioni ed ho capito che sarebbe stata una partita vera. Diego è D10S del calcio e, in quanto tale, ha avuto ragione quando ha accusato i padroni del pallone e per questo è stato sempre strumentalizzato. L’inchiesta sulla FIFA però, non credo basterà a eliminare Blatter e soprattutto, a scardinare un sistema tanto marcio quanto radicato, anche se me lo auguro. Mai come questa volta la differenza tra Napoli e Lazio potrà farla il pubblico, perché credo che per diversi motivi, le forze in campo saranno abbastanza equilibrate. La Lazio, poi, dopo una rincorsa entusiasmante è davanti ad una prospettiva molto imbarazzante perché può perdere tutto negli ultimi 90 minuti. E spero che questa ipotesi si verifichi”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 503 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!