Giuntoli: “Napoli è un sogno. Higuain resta, Zapata via solo in prestito. Rinforzeremo centrocampo e difesa”

Giuntoli_DSC_8729-e1433777469978-900x444

Cristiano Giuntoli, neo direttore sportivo del Napoli ha parlato a Sportitalia in occasione dei TMW AWARDS: “Quando fai una cavalcata e sei chiamato in una società così importante devi ringraziare la nuova proprietà e quella vecchia. L’idea Napoli nasce da una chiamata, io pensavo che volesse comprare un calciatore, lui mi dice che riguardava il Napoli, mi sono liberato e sono andato a parlare. Volevano sapere le mie intenzioni, io subito mi sono preso tempo per valutare con il Carpi e la famiglia, e’ un sogno, c’è timore, la presunzione non fa parte del mio carattere, cercherò di fare del mio meglio. Onestamente ho sempre lavorato tanto. Il lavoro e’ più o meno lo stesso, per me non cambia nulla, io non leggo giornali, internet, Facebook, cercherò di onorare la maglia e fare un Napoli giovane, di valori tecnici e umani. Loro avevano parlato con il mister, io ho approvato la scelta e sono contento. Higuain resta. Qualche società ha preso informazione, non centro, nord? basta..”.

Darmian: “Zapata ce l’hanno chiesto in tanti, lo daremo solo in prestito, sarà un gettone tecnico. Stiamo lavorando per Jorginho ed El Kaddouri, che a loro interessano.
Noi dobbiamo rinforzare la difesa e centrocampo. Rugani e Romagnoli sono sogni impossibili. Non sarà immediata la mano del mister, ma la volontà del tecnico e’ provarci e vedremo”.

Saponara? Ora l’esigenza è rinforzare centrocampo e difesa, l’attacco vogliamo toccarlo il meno possibile.

Caso Catania: “Ho parlato con un comunicato, sono sereno e ho lavorato per il bene dello sport e continuerò a farlo”.

Obiettivo: “Fare bene lavorando non solo sugli aspetti tecnici, ma morali e umani, siamo lontani da situazioni concrete. Il centrocampo sarà a tre, faremo qualcosa sulle mezzali. Inler non l’hanno chiesto, non so il budget, io faccio la parte tecnica, non amministrativa”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 889 volte