Mertens: “Felice qui, non ho fretta per il rinnovo. Stiamo cambiando molto, ma abbiamo tanti giocatori di qualità”

MertensEuropaLeague

Vigilia di Europa League per il Napoli, che domani esordirà per la prima partita al San Paolo contro il Club Brugge. In conferenza stampa, ad affiancare l’allenatore Sarri c’è Dries Mertens

Ti aspetti di giocare, che valore ha questa partita?
“Per me è una partita speciale perché giochiamo contro una squadra belga, spero di giocare. Vogliamo vincere tutte le partite, vogliamo vincere a tutti i costi domani”.

Preferisci giocare trequartista nel rombo o esterno nel 4-3-3?
“No, a me non cambia molto, mi piacciono entrambi i ruoli, le dinamiche possono variare ma non di molto”.

Che squadra è il Club Brugge?
“Non è una squadra facile, se sono in buona giornata sono una buona squadra ma è anche capitata qualche giornata storta come la sconfitta contro l’ultima in classifica. Penso che siano carichi per vincere, però noi giochiamo in casa e dobbiamo prendere i tre punti”.

Che messaggio mandi ai tifosi del Napoli?
“Mi dispiace che la curva sia chiusa, li vorremmo sempre avere al nostro campo ma per noi è importante fare la partita al 100%, mi dispiace se ci saranno meno tifosi ma vogliamo vincere”.

Si riparte dopo la semifinale dell’anno scorso.
“Voglio sempre puntare alla fine e vincere, siamo pronti per l’Europa League. L’anno scorso siamo stati sfortunati, ma quest’anno puntiamo alla finale”.

Saresti felice di rinnovare?
“Mi fate sempre la stessa domanda, ma io ho ancora tre anni di contratto e sto bene qui, non c’è fretta”.

State cambiando molto, è la strada giusta?
“Ci sono ancora tanti giocatori dell’anno scorso e abbiamo tanti giocatori di qualità, siamo pronti per la partita”.

A livello giovanile, il Belgio sembra avanti. Come può imparare l’Italia? Cosa c’è da temere del Bruges?
“Domani gioco con il Napoli, mi voglio concentrare su questa partita. Non posso dire cosa deve fare l’Italia, sono belga: in questo momento non ci sono giocatori nazionali nel Bruges, ma hanno tanti giocatori forti, domani dovremo fare attenzione”.

Che obiettivi vi siete posti per l’Europa League?
“Vogliamo puntare alla fine: è sempre così per me quando si inizia una competizione ma è un concetto che anche il gruppo condivide”.

Si dice che cambi la partita da riserva, vuoi toglierti questa etichetta?
“Sì, posso fare questo ma anche cambiare la partita, è una scelta del mister. Domani spero di cominciare dal primo minuto, sono sempre pronto se il mister mi vuole fare giocare. Domani vogliamo fare una grande partita”.

Cosa cambia a livello di squadra fra 4-3-3 e 4-3-1-2?
“Abbiamo iniziato con due attaccanti e sono entrato con due attaccanti, già a inizio secondo tempo abbiamo cambiato la partita. Il modulo non cambia tanto, sono piccole cose ma il modulo non cambia tutto”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 757 volte