Concessione-ponte per il San Paolo, ancora una settimana di rinvio. «Mercoledì accordo possibile»

DeLaurentiisDeMagistris

Il Consiglio comunale di Napoli ha incardinato la discussione sulla concessione ponte da stipulare tra Comune e società Calcio Napoli per l’utilizzo dello stadio San Paolo. L’assessore allo Sport Ciro Borriello ha sottolineato che si tratta di una concessione per «il breve periodo in attesa che sia concluso l’iter approvativo della legge 147 e dello studio di fattibilità», presentato dalla società sportiva il 31 luglio 2015. Secondo le cifre riferite, oggi lo stadio costa all’amministrazione comunale 1milione 146 mila euro annui, cifra in cui ricadono le spese di pulizia, realizzata dalla Napoli Servizi, i consumi e la manutenzione. Con la concessione ponte, l’amministrazione si libera dei costi di gestione dell’impianto e chiede al Calcio Napoli un canone di 651mila euro annui. Il dibattito sullo stadio proseguirà nella seduta consiliare del 14 ottobre.

«È – ha detto il sindaco de Magistris a conclusione – un dibattito delicato e questi giorni saranno utili. Mi auguro che la prossima settimana si arrivi all’approvazione della concessione ponte, ma – ha aggiunto – la nostra volontà forte è arrivare a un accordo con la società Calcio Napoli nell’interesse dello stadio, della città e dei tifosi». Una volta archiviata la concessione ponte, evitando così il ricorso della procedura a domanda individuale per far giocare il Napoli al San Paolo, l’amministrazione – come riferito dal sindaco – procederà «all’analisi dettagliata del piano del presidente De Laurentiis».

«Il progetto – ha affermato de Magistris – ha una sua serietà, bidogna vedere se il piano di fattibilità economica è in grado di sostenere quel progetto e su questo dobbiamo parlare a lungo». Il sindaco ha inoltre annunciato che il Comune presenterà una delibera di Giunta «con cui entreremo nel merito del piano presentato dal presidente». Qualora nella prossima seduta consiliare non si dovesse approvare la concessione ponte, il Calcio Napoli dovrebbe pagare al Comune, per ogni partita da disputare al San Paolo, 5mila euro e dovrebbe versare anche il 10 per cento dell’incasso netto.

fonte: ilmattino.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 822 volte