Agnelli: “Il rinnovamento della Juve non giustifica il 14° posto in classifica”

“Eravamo consapevoli che il processo di rinnovamento della rosa della Juventus avrebbe potuto creare qualche difficoltà, ma non è assolutamente una giustificazione del quattordicesimo posto attuale in classifica”. Il presidente Andrea Agnelli ha aperto così l’assemblea degli azionisti bianconeri allo “Stadium”. Lunga la relazione del numero uno del club che è tornato a parlare anche della necessità di cambiare la “governance del calcio a livello nazionale e internazionale” per “permettere di riacquisire la centralità verso tutti gli stakeholder e soprattutto verso i tifosi”.

Le nuove sfide – “Il turn around che avevamo iniziato nel 2010 si può dire completato”, ha aggiunto Agnelli ricordando il trend dei bilanci e dei ricavi delle ultime stagioni. “Adesso abbiamo sfide davanti a noi se possibile ancora più difficili e solo con una struttura equilibrata dei ricavi si può competere ad alto livello”. 

Orgoglio per l’ingresso in Uefa – “L’ingresso nell’esecutivo dell’Uefa, insieme con il presidente del Bayern Karl-Heinz Rummenigge è per me motivo di grandissimo orgoglio. La presenza di due rappresentanti dei club permette di portare nel massimo organismo dell’Uefa le istanze dei soggetti investitori del calcio”, ha poi proseguito il presidente bianconero tra gli applausi. 

Fonte: SkySport

Commenti