Emiliano Mondonico: “Sarri ha capito che il Napoli non poteva giocare come l’Empoli”

mondonico

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Emiliano Mondonico, allenatore

“Il Napoli non prende più gol, è questa la vera forza della squadra. Questa abilità è dovuta alla bravura dell’allenatore che si preoccupa della fase difensiva che ha bisogno dell’insegnamento.

La regola del calcio è che i primi attaccanti sono i difensori ed i primi difensori sono attaccanti, ultimamente questa regola non è stata rispettata perché i difensori fanno solo i difensori e lo stesso gli attaccanti. Sarri ha capito che il Napoli non poteva giocare come l’Empoli, adesso bisogna ritrovare l’abitudine a vincere.

Lunedì con l’Inter vedremo se il Napoli ha acquistato la mentalità vincente, se così fosse lo scudetto è un obiettivo possibile.

La Fiorentina ha approcciato male la partita con l’Empoli, da tanto tempo mi dicono che su un campo brutto la squadra tecnicamente più brava ha la meglio invece io credo che una squadra che gioca a memoria ha un grande vantaggio.

Importanti in un gruppo sono i trascinatori, nel Napoli sono importanti Higuain, Reina, Hamsik. Sarri è stato bravo a conquistare la loro fiducia, se ha fatto giocare un calciatore presente in rosa da anni e non utilizzato come Jorginho, vuole dire che ha grande personalità, perché se il calciatore falliva la colpa era dell’allenatore.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti