Verdetti e regolamento Europa League, Napoli e Lazio teste di serie

Napoli, Lazio, Basilea, Athletic, Manchester United, Olympiacos, Porto e Bayer Leverkusen sono certe di essere testa di serie – lo anticipa oggi la Gazzetta dello sport -. Ancora troppe le variabili da sciogliere per conoscere le possibili avversarie, ma le due italiane dovrebbero evitare gli accoppiamenti peggiori.

Nel lotto delle seconde, però, non mancano i pericoli: di sicuro il Siviglia campione in carica e lo Shakhtar di Lucescu, forse il Borussia Dortmund, persino il Liverpool di Jurgen Klopp. Ma anche formazioni decisamente più abbordabili come Rapid Vienna, Anderlecht o Sparta Praga.

Discorso diverso per la Fiorentina: dopo i passi falsi contro il Basilea, il cammino europeo è in salita e già ai sedicesimi potrebbe riservare un abbinamento duro. Ma prima di pensare al futuro c’è la sfida decisiva col Belenenses: serve un pari per passare il turno

Quando tornerà a febbraio, l’Europa League entrerà nel vivo con gli scontri ad eliminazione diretta e l’ingresso in scena delle terze classificate dei gruppi di Champions League: corazzate come Manchester United, Siviglia, Porto. Altre favorite per la vittoria.

Il meccanismo del sorteggio di lunedì 14 dicembre è semplice: le 8 vincitrici dei gironi sono teste di serie, le 8 seconde no; mentre le 8 che arrivano dalla Champions vengono smistate nelle due fasce (4 e 4) in base ai punti conquistati. Fino agli ottavi non si possono incontrare squadre già affrontate nel girone o dello stesso Paese. Niente derby, dunque.

Soltanto in 4 gironi su 12 la situazione è già decisa. Il Gruppo C ha promosso Krasnodar e Dortmund, il Gruppo E Villarreal e Rapid Vienna, il Gruppo G Lazio e St. Etienne, il Gruppo K Schalke e Sparta Praga. A queste si aggiungono Molde, Liverpool, Napoli, Braga, Basilea,Tottenham e Athletic. E dalla Champions Shakhtar, Manchester United, Galatasaray, Siviglia, Bayer Leverkusen, Olympiacos, Porto, Valencia. In totale 23 già qualificate, ne mancano 9 per comporre il tabellone.

Il torneo riprenderà a febbraio con i sedicesimi (andata il 18, ritorno il 25). Al termine di ogni turno ci sarà un ulteriore sorteggio per determinare gli abbinamenti di quello successivo: ottavi (10-17 marzo, quarti (7-14 aprile), semifinali (28 aprile-5 maggio), per arrivare alla finale del 18 maggio a Basilea. Ai fini del ranking Uefa il passaggio di ogni turno garantisce un ulteriore bonus alla squadra che si qualifica.

calcioefinanza

Commenti

Questo articolo è stato letto 390 volte