E’ la solida Inter: poker al Friuli, Udinese affondata

UDINESE-INTER 0-4
23′ e 84′ Icardi, 31′ Jovetic, 86′ Brozovic

La cronaca del match e le pagelle

L’Inter sempre più capolista della Serie A. La squadra di Mancini sbanca 4-0 il Friuli e si porta momentaneamente a +4 dalla Fiorentina (attesa dal confronto di Torino contro la Juve) e a +5 dal Napoli (giocherà nal posticipo del San Paolo contro la Roma). Una prova tutta muscoli e carattere dei nerazzurri, contro un’Udinese che sul piano del gioco ha dominato nel primo tempo ma è crollata a causa di tre errori difensivi. 

Precedenti – Nelle ultime sei sfide al Friuli, erano state 4 le vittorie dei nerazzurri e 2 dei bianconeri. La scorsa stagione, alla 32.a giornata, finì 2-1 per l’Inter, con gol di Icardi e Podolski dopo il momentaneo pareggio di Di Natale. In totale, sono stare realizzate 22 reti in questi precedenti 540′.

L’Udinese attacca, l’Inter segna – I nerazzurri creano superiorità numerica sugli esterni, e in avvio le cose sembrano funzionare alla perfezione. Al 7′ Perisic scatta sul filo del fuorigioco e serve all’indietro Jovetic che si fa parare un rigore in movimento da Karnezis (si oppone con i piedi). L’occasione scuote i padroni di casa, che prendono coraggio e spingono molto sfruttando la velocità di Edenilson (a sinistra) e Widmer (a destra). Ma è sugli sviluppi di un corner che i friulani testano la consistenza e spaventano la difesa ospite al 14′: Thereau conclude, Handanovic c’è. Col passare dei minuti cresce in personalità l’Udinese. Il più intraprendente è lo stesso Thereau, spesso lasciato solo. A questo punto appare evidente come solo un episodio possa togliere l’Inter da una situazione complicata. E l’episodio è l’errore di Bruno Fernandes, che consente a Icardi di anticipare Domizzi e battere con un diagonale Karnezis. Per l’argentino è il 5° gol in campionato, per Domizzi l’inizio di una serata terribile.

Udinese, quanti problemi in difesa – I bianconeri riprendono a macinare gioco. Da centrocampo in su dominano in modo evidente e impegnano più volte Handanovic. Ma i reparti, si sa, sono tre e il problema grosso dell’Udinese è la difesa, dove anche uno esperto come Domizzi sbaglia in modo clamoroso un altro retropassaggio. E’ così che Jovetic può presentarsi da solo davanti a Karnezis e con uno scavetto realizzare la 6.a rete in carriera contro i friulani (5.a con la maglia della Fiorentina). Per il montenegrino s’interrompe un digiuno durato tre mesi e mezzo. Sulla panca bianconera Colantuono è choccato.

Tutto (troppo) facile nella ripresa – A questo punto il secondo tempo è una passeggiata per l’Inter. L’Udinese ci mette tanta buona volontà ma non ha più né il ritmo né la lucidità per riaprire la partita. Lo si capisce chiaramente quando, sull’unico errore di Handanovic, Iturra non inquadra lo specchio della porta da posizione più che favorevole. Mancini rafforza il centrocampo con Brozovic, Colantuono prova a limitare i danni con Marquinho, Perica e, nel finale, Aguirre. Niente da fare: un altro errore della difesa spiana la strada alla doppietta di Icardi (6° gol), mentre Brozovic s’inventa dal limite il colpo pazzesco del 4-0 (per lui 2.a rete stagionale). C’era una volta la pazza Inter, oggi è la solida, solidissima Inter.   

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 226 volte