La Serie A va in vacanza. Tutte le mete dei campioni

Rompete le righe pressoché generale per le squadre di serie A. I calciatori usufruiscono di alcuni giorni di vacanza prima della ripresa in vista dei match in programma il 6 gennaio 2016. Molti hanno scelto i rispettivi Paesi d’origine per trascorrere queste festività, molti invece delle mete esotiche dove potersi ritemprare in vista della ripresa. La Roma di Garcia, rinfrancata dalla vittoria sul Genoa, ha dato appuntamento per la ripresa degli allenamenti martedì 29 dicembre, di mattina.

Otto giorni di libertà per i giocatori, che si dividono tra chi, come i greci Torosidis e Manolas, il francese Digne e l’olandese Strootman, tornano a casa per stare in famiglia e chi, invece, fa il turista, come Szczesny che va in Thailandia e Nainggolan, con le valigie pronte per New York. Scelta particolare quella di Totti, che resterà nella Capitale. Le porte di Trigoria saranno aperte per lui: con Dzeko squalificato, c’è ancor più bisogno del suo ritorno.

Tra i viola della Fiorentina, secondi in graduatoria in compagnia del Napoli e dietro solo all’Inter, Pepito Rossi va a New York, Khouma El Babacar si dividerà tra Dakar e Parigi, Josip Ilicic a Prijedor (Slovenia), Ciprian Tatarusanu a Bucarest, Gonzalo Rodriguez a Buenos Aires, Borja Valero e Marcos Alonso a Madrid, Mario Suarez a Miami, Matias Vecino a Canelonas (Uruguay), Luigi Sepe a Napoli, Federico Bernardeschi negli Stati Uniti, Nikola Kalinic si dividerà tra Spalato e Firenze, infine Kuba Blascsykowski andrà a Varsavia.

Una settimana di vacanza e poi tutti di nuovo a lavoro per mettere nel mirino la sfida dell’Olimpico contro il Carpi del 6 gennaio per la Lazio di Pioli. Per tutti il rientro è fissato il 28 dicembre, ad esclusione dei sudamericani Anderson, Biglia, Gentiletti e Mauricio, che hanno ottenuto una dispensa per posticipare il rientro. Lo stesso vale per Oikonomidis, che volerà nella sua Australia. Tra le mete preferite dai calciatori biancocelesti, un viaggio in una capitale europea. Ad eccezione di alcuni, tra cui il tecnico, che hanno puntato sul relax in montagna. Molti faranno invece rientro nei loro paesi natali per festeggiare in famiglia. E’ il caso di Kishna, già volato in Olanda, oppure di Basta e Djordjevic, che faranno ritorno in Serbia, oppure Lulic che passerà le feste nella sua casa in Svizzera.

Neve a Courmayeur per il milanista Nocerino, vacanza in Colombia per Zapata e in Brasile per Luiz Adriano. Tra i giocatori del Palermo, il portiere Sorrentino sarà tra Bergamo e Torino, Gilardino a Viareggio, Vazquez in Argentina, Gonzalez rimane a Palermo dal momento che la moglie è incinta, Lazaar andrà in Marocco, Brugman a Dubai, Chochev torna in Bulgaria, Trajkovski in Serbia, Struna ed Andelkovic in Slovenia, Hiljemark in Svezia, mentre il tecnico Ballardini sarà nella sua Ravenna.

E dopo aver battuto domenica il Palermo, tra i sampdoriani Eder vola in Brasile, Muriel in Colombia, Silvestre in Argentina, Soriano in Germania, Viviano a Brescia, De Silvestri a Roma, Palombo a Ferentino, mentre Fernando non torna in Sudamerica ma resta a Genova.

Ritorno in patria per tutti gli atleti stranieri dell’Udinese, ad eccezione di Felipe che vive a Udine e quindi rimarrà in città. I pochissimi italiani andranno a casa, compreso Di Natale che sarà ad Empoli. Quindi il Torino, le cui destinazioni sono le città e i paesi di origine delle rispettive famiglie: Glik, fresco di rinnovo di contratto, sarèà in Polonia, Maxi Lopez a Buenos Aires, Quagliarella a Napoli. Tra i protagonisti della rivelazione Empoli, non ci sono mete particolari. Quasi tutti gli stranieri torneranno a casa per passare le vacanze in famiglia, ad esempio Diousse in Senegal e Paredes in Argentina. Infine, i giocatori del Frosinone sono rimasti a casa, nessuno ha prenotato vacanze.

Fonte: SkySport

Commenti