Cannvaro: “Il Napoli ha tutte le carte in regola per vincere lo Scudetto: merito di Sarri”

paolo cannavaro

Paolo Cannavaro è intervenuto quest’oggi sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni:

Napoli da scudetto? Risponde il calciatore, e non il tifoso, il Napoli è la squadra che sta più avanti rispetto alle altre perché ha grandi individualità, gran gioco e fase difensiva mentre le altre soltanto grandi calciatori. I 41 punti sono assolutamente meritati. E’ merito anche di Sarri, per tanti è una sorpresa ma per noi calciatori no. Il Napoli ha puntato su un allenatore meno conosciuto ma che ha grandi conoscenze all’interno del rettangolo di gioco. Ha tirato fuori il meglio da tutti, anche dai calciatori che sembravano un po’ appannati. Di Francesco gli somiglia molto per metodologie di allenamento: ti fanno capire davvero come si deve stare in campo. Sabato sarà una partita a scacchi.
Sassuolo in Europa League? Volevamo stupire già dall’inizio dell’anno, piano piano stiamo acquisendo la mentalità da squadra concreta. A San Siro abbiamo tenuto botta e il rigore è stato la ciliegina sulla torta della prestazione della squadra. Continuando a giocare con questa mentalità, potremo portare tanti punti a casa. Dare consigli su come fermare Higuain credo sia la cosa più difficile: ha qualità che non si discutono e, ora, è anche in formissima. Spero che i nostri difensori riescano a tenere botta.
Non è facile stare nella mia situazione: ho il cuore diviso a metà, guarderò la partita in tv insieme ai miei figli. Non potrò essere presente allo stadio perché poi in settimana recupereremo il match contro il Toro. Mi mancherà tornare al San Paolo che mi dà sempre emozioni che mi rendono orgoglioso. Meglio così però, va bene lo stesso: l’anno scorso mi infortunai e restai fuori due mesi e mezzo.
La parola Scudetto non la pronuncio, ma sono convinto che questa squadra sia davanti a tutte le altre in questa corsa. Maradona in elicottero a Napoli in caso di vittoria? Gli mando un messaggio, così veniamo insieme”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 801 volte