Palermo, Tedesco: “Un sogno essere qui, alla squadra serve continuità”

Palermo, Tedesco: "Un sogno essere qui, alla squadra serve continuità"Giovanni Tedesco  PALERMO – Chiamato ad affiancare Guillermo Barros Schelotto sulla panchina del Palermo, Giovanni Tedesco non può nascondere l’emozione nel parlare per la prima volta da allenatore in seconda dei rosanero, dei quali è stato bandiera in campo ed è tifoso da sempre. “Scusate l’emozione, ma per me era solo un sogno l’idea di allenare il Palermo – dichiara l’ex mediano dei siciliani – Ringrazio il presidente che mi ha dato questa grande opportunità, ripeto, è un sogno che diventa realtà, ne sono felice”.

“NON HO ESITATO UN SECONDO AD ACCETTARE” – Tedesco è ben consapevole del proprio ruolo, che rimane subalterno a quello del tecnico argentino, privo del patentino per allenare in Italia: “Non la vedo una cosa negativa, anzi – assicura il vice-allenatore rosanero – Per me è una chance importante, amo questo lavoro e il Palermo fa parte del percorso di crescita per fare questo mestiere. La società mi dà la possibilità di allenare una squadra importante di Serie A, devo sfruttarla. Ho sempre avuto un rapporto bello e sincero con Zamparini, se mi ha cercato vuol dire che la stima nei miei confronti è sempre rimasta tale. Non ho esitato neanche un secondo quando il presidente mi ha fatto la proposta, è stato molto affettuoso, così come i tifosi, lui sa quanto ami questa maglia. Ora voglio dare il mio contributo, dare la mia esperienza come calciatore, ma anche quella accumulata in 4 anni da allenatore in giro per il mondo”.

“SORRENTINO E MARESCA TRAINO PER GLI ALTRI” – “Ho la fortuna di guidare un gruppo di giocatori che lavora bene, che ha la cultura del lavoro e questo è anche merito di chi ci ha preceduto, quindi di Iachini e Ballardini – sottolinea Tedesco – Ci sono 3-4 elementi che fanno da traino ai compagni, sono un esempio negli allenamenti, parlo di Sorrentino, Maresca e di altri, avere certi giocatori è un vantaggio per un allenatore”.

“CI SERVE CONTINUITÀ” – Per Tedesco è già vigilia, perché sabato il Palermo affronterà il Carpi, dove cercherà di dare continuità al netto successo sull’Udinese: “I risultati portano entusiasmo, ma anche in momento come questo si vedono le capacità di un gruppo, perché bisogna dare continuità a una prestazione importante e forse finora è questo quello che è mancato alla squadra. Bisogna fare tesoro degli errori e capire che domani l’approccio è fondamentale”.

“DOVREMO LOTTARE SU OGNI PALLONE, COME FA IL CARPI” – A Modena, la squadra siciliana troverà una squadra che ha trovato entusiasmo e convinzione: “Sono reduci da 4 risultati consecutivi, hanno cambiato molto durante il mercato, ma hanno ritrovato la loro identità, ovvero quella di una squadra abituata a lottare su ogni pallone – sottolinea Tedesco – Se noi mettiamo in campo le stesse armi del Carpi, abbiamo buone possibilità di fare risultato”.

Palermo calcio

serie A
Protagonisti:
GIOVANNI Tedesco

Fonte: Repubblica

Commenti