Hysaj si infortuna alla caviglia con la sua Nazionale, ma non dovrebbe essere nulla di preoccupante

Hysaj_DMF_0647 Napoli-Villareal 25/2/2016 foto De MartinoIl terzino del Napoli Elseid Hysaj, infortunatosi alla caviglia nel match disputato con la maglia della Nazionale albanese contro l’ Austria, rientrerà a Castelvolturno saltando la gara contro il Lussemburgo. I media albanesi riferiscono che non si tratta di nulla di grave e che il rientro in Italia avviene ad uso precauzionale. La Società azzurra è andata subito in allarme: allenatore, dirigenti e persino il presidente De Laurentiis si sono interessati alla vicenda e quest’ ultimo si è preoccupato di contattare lo staff medico albanese facendosi inviare una relazione riguardante la situazione del terzino. Ciò a testimonianza di quanto importante sia il ventuiduenne albanese per la squadra azzurra.

Commenti

Questo articolo è stato letto 710 volte

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!