Palermo, la società: “Novellino non rischia, Lazio non è ultima spiaggia”

Palermo, la società: "Novellino non rischia, Lazio non è ultima spiaggia"Walter Novellino (ansa) PALERMO – Ultima spiaggia per Walter Novellino domenica sera contro la Lazio? Guglielmo Micciché, vicepresidente del Palermo, smentisce seccamente le voci che si sono diffuse nelle ultime ore sul destino del tecnico. Voci che danno in bilico anche l’ennesimo allenatore di questa sciagurata stagione rosanero: “Si dice così di ogni allenatore che perde con il Palermo, ma non è vero, di ultima spiaggia non se ne può parlare e non è neanche corretto, non esiste in assoluto – assicura Micciché a margine di una conferenza stampa a Palermo -. Novellino deve fare un buon lavoro, è qui da un mese, neanche gli si possono dare eccessive responsabilità: non è vero che sia in bilico, ciò che si dice è perché la tradizione è quella di aggredire l’allenatore che perde, ma non è così. Il ritorno di Ballardini? Credo che le possibilità siano inesistenti”.

“CREDEVO IN UNA REAZIONE COL CHIEVO” – Contro il Chievo ci si aspettava, Maurizio Zamparini in testa, un Palermo diverso: “Certo, ci si attendeva una reazione diversa dopo la buona prestazione contro l’Empoli e quella tutto sommato discreta contro il Napoli, anch’io ero obiettivamente convinto che ci fosse una reazione – aggiunge Micciché -. Novellino deve lavorare, ha un discreto gruppo dal quale può tirare ancora fuori qualcosa di positivo. Deve tirare fuori il massimo da questi uomini, assemblarli e pensare a salvare questa squadra, perché per noi la salvezza è fondamentale”.

“CONTANO LE MOTIVAZIONI” – Zamparini ha detto che la retrocessione è dietro l’angolo: “Certo, se il campionato finisse oggi il Palermo sarebbe retrocesso (i rosanero sono terz’ultimi alla pari con il Carpi ma in svantaggio negli scontri diretti, ndr) – sottolinea Micciché -. Il Verona? Potrebbe anche farci un favore, perché incontrerà il Frosinone e magari l’affronterà con uno spirito diverso, essendo forse rientrato nella lotta per la salvezza. Nelle ultime sette giornate bisogna anche essere fortunati a incontrare squadre meno motivate, l’abbiamo visto con il Verona che ha vinto a Bologna. Ci vuole anche un po’ di fortuna in questo, ma la squadra deve anzitutto venirne fuori da sola”.

serie A

Palermo calcio
Protagonisti:
walter novellino

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 284 volte