Palermo-Atalanta 2-2: occasione persa per i rosanero

PALERMO – Un punto che sa di sconfitta. Il Palermo non sfrutta il turno casalingo contro un’Atalanta ormai virtualmente salva e non approfitta del ko del Frosinone contro il Chievo. Al Barbera, tristemente a porte chiuse, finisce 2-2 e la salvezza per i rosanero resta lontana due punti con il Carpi che domani gioca a San Siro contro il Milan. In avvio di primo tempo due rigori che Vazquez e Borriello non falliscono. Nella ripresa nerazzurri in vantaggio grazie a Paletta. Poi Struna sigla il pari e Sportiello conserva il punteggio per gli ospiti che nel finale mettono ancora paura a Sorrentino.

VAZQUEZ DI RIGORE – Ballardini opta per il 4-3-1-2 con Vazquez dietro le due punte: Djurdjevic e Trajkovski. Ancora panchina quindi per Gilardino. In mezzo al campo Hiljemark, Jajalo e Chochev. Reja risponde col 4-3-3. A centrocampo tornano dopo la squalifica De Roon e Cigarini; con loro Freuler che rimpiazza lo squalificato Kurtic. In avanti Borriello con Raimondi e Gomez esterni. In difesa si rivede capitan Bellini al posto di Masiello, fermato dal giudice sportivo. Dopo una manciata di secondi c’è un cross per la testa di Trajkovski che colpisce la sfera ma trova un braccio alzato di Bellini che si improvvisa pallavolista: rigore netto. Vazquez dal dischetto fa centro.

ANCHE BORRIELLO NON SBAGLIA – La partita si incanala su un binario perfetto per il Palermo che conduce 1-0 e contro ha un’Atalanta che non sembra opporre troppa resistenza. Ma al 10′ ci pensa Struna a rimettere tutto in discussione con un’entrata sconsiderata in area su Gomez. Altro calcio di rigore solare e Borriello spiazza Sorrentino firmando l’1-1. L’Atalanta ringrazia per il regalo e prova anche a passare in vantaggio. In un minuto Raimondi ha due occasioni: sulla prima trova Sorrentino e sulla seconda (colpo di testa in tuffo in area) manca la porta. Al 22′ Borriello si invola solo verso il portiere rosanero ma il guardalinee rileva un fuorigioco inesistente. I primi 45′ sono tutti qui.

PALETTA PORTA AVANTI LA DEA – A inizio ripresa Ballardini si decide a far entrare Gilardino: gli cede il posto un evanescente Djurdjevic. Il Palermo si fa vedere timidamente in avanti ma senza affondare. Allora è l’Atalanta a ribaltare il risultato e a segnare dopo 10′: punizione dalla destra di Cigarini, la difesa si dimentica di Paletta che tutto solo di testa spedisce la palla in rete sul secondo palo. I siciliani sono nel baratro. Ballardini allora inserisce Quaison al posto di Chochev mentre Reja risponde con Diamanti al posto di Raimondi. E’ il cambio del tecnico rosanero quello decisivo perché Quaison mette pressione a un Bellini stanco e già ammonito, mentre Diamanti non trova mai una posizione ideale in campo.

STRUNA RIMEDIA, MA NON BASTA – Dopo un colpo di testa di Dramè che termina alto, al 19′ il Palermo va vicino al gol: angolo, colpo di testa di Toloi e Sportiello salva l’autorete con un gran tuffo. Poi si scatena una mischia furibonda e alla fine Doveri fischia un fallo di confusione contro il Palermo. Il 2-2 giunge alla mezz’ora: dagli sviluppi di un corner, la palla arriva in area a Jajalo che conclude. Il centrocampista viene murato ma la sfera resta lì e Struna col piattone destro realizza il pareggio facendosi parzialmente perdonare il fallo da rigore del primo tempo. Ora i siciliani vanno all’arrembaggio. Al 40′ punizione di Trajkovsi dal limite e Sportiello respinge in tuffo. Jajalo è lì ma calcia alto da due passi. Al 43′ Vitiello crossa in area, Quaison di testa serve Gilardino che gira alto sopra la traversa. Nel finale i padroni di casa non ne hanno più e Vitiello si fa anche espellere quando ferma una chiara occasione da gol di Gomez. In pieno recupero l’Atalanta ‘rischia’ di vincere ma è bravo Sorrentino e respingere su un sinistro di Borriello, mentre all’ultimo secondo Freuler arriva in ritardo su un bel cross dal fondo di Conti.

Palermo-Atalanta 2-2 (1-1)
Palermo (4-3-1-2):
Sorrentino 6; Struna 5, Vitiello 5,5, Gonzalez 5,5, Pezzella 5,5 (28′ st Lazaar 6); Hiljemark 5,5, Jajalo 5,5, Chochev 5 (13′ st Quaison 6,5); Vazquez 6,5; Trajkovski 5,5, Djurdjevic 4,5 (1′ st Gilardino 6). In panchina: Posavec, Alastra, Rispoli, Andelkovic, Bentivegna, Brugman, Cristante, Maresca, Morganella. Allenatore: Ballardini 5,5.
Atalanta (4-3-3): Sportiello 6,5; Bellini 5 (29′ st Conti 6), Toloi 7, Paletta 6,5, Dramè 6; De Roon 6, Cigarini 6 (19′ st Migliaccio 6), Freuler 6; Raimondi 6 (13′ st Diamanti 5,5), Borriello 6, Gomez 6,5. In panchina: Radunovic, Stendardo, Gagliardini, D’Alessandro, Gakpe’, Brivio, Cherubin, Monachello, Djimsiti. Allenatore: Reja 6.
Arbitro: Doveri di Roma.
Reti: 2′ pt Vazquez (rig), 11′ pt Borriello (rig), 10′ st Paletta, 31′ st Struna.
Espulso: 44′ st Vitiello per fallo su Gomez: chiara occasione da rete.
Ammoniti: Bellini, Chochev, De Roon, Struna, Toloi, Jajalo.
Angoli: 9-2 per il Palermo.
Recupero: 0′; 4′.
Partita disputata a porte chiuse.

Fonte: Repubblica

Commenti