Lazio. agente Keita: “Resta qui”. Attacco, idea Barrientos

Lazio. agente Keita: "Resta qui". Attacco, idea BarrientosKeita Balde (agf) ROMA – Secondo giorno di lavoro per Stefan De Vrij, che conferma di essere sulla strada giusta per il rientro. Il difensore olandese ha partecipato di nuovo interamente alla seduta, partecipando anche alle prove tattiche. Simone Inzaghi prepara la squadra per affrontare il Carpi e ritrova in gruppo pure Parolo, Onazi, Biglia, Konko e Basta. 

AGENTE KEITA: “RESTERÀ ALLA LAZIO” – Non ci sarà sicuramente Keita, che salterà il prossimo turno per squalifica. Il giovane senegalese è al centro di molti discorsi di mercato, ma il suo agente getta acqua sul fuoco: “Mi sento – spiega Calenda ai microfoni de Lalaziosiamonoi – di smentire le voci che sono uscite in questi giorni. Sono state accostate diverse squadre, dall’Atletico Madrid al Manchester City. Parliamo di un ragazzo molto giovane, è un classe ’95 che sta seguendo il suo percorso in una squadra importante come la Lazio. Non ho avuto contatti con nessuno, per giocare in un top club serve un background importante che il ragazzo si sta costruendo. È un giocatore della Lazio, sta trovando spazio per poter crescere. Deve giocare almeno 50 partite per essere giudicato in un certo modo…”. 

PROPOSTO BARRIENTOS DEL SAN LORENZO – In realtà le possibilità di una sua cessione restano alte, anche se il club parte da una richiesta di almeno 25 milioni. Se qualche società si dovesse fare avanti con una cifra simile, allora la Lazio prenderebbe in considerazione l’ipotesi di cedere uno dei suoi gioielli più pregiati, che tra l’altro garantirebbe una plusvalenza “monstre”: Keita arrivò dalle giovanili del Barcellona per una cifra irrisoria, inferiore a 300mila euro. Nel caso la società sta valutando varie alternative: in tal senso è stato proposto pure il 31enne Pablo Barrientos del San Lorenzo, vecchia conoscenza della Serie A con la maglia del Catania. In tre anni nel nostro campionato ha collezionato 86 presenze e 14 gol.

ss lazio

serie A
Protagonisti:
keita balde

Fonte: Repubblica

Commenti