Cavasin: “Il gol di Zaza a Torino ha pesato sul campionato del Napoli, a inizio stagione ero convinto che gli azzurri vincessero lo scudetto”

ALBERTO CAVASIN, ex allenatore del Frosinone a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “Ad inizio stagione ero convinto che il Napoli potesse vincere lo scudetto, non ci è riuscito ma il suo campionato resta importante. Il secondo posto non è una sconfitta, assolutamente. Tutti hanno espresso civiltà, piacere e professionalità tra tifosi, squadra e allenatore. Il gol di Zaza ha pesato, non esistono altri episodi decisivi nel campionato del Napoli. Senza quella rete potevano cambiare tante cose. Il suo gol ha cambiato non solo la classifica ma anche l’umore delle due squadre. Il Napoli può crescere con l’acquisto di altri campioni ma soprattutto acquisendo una mentalità da vera big. L’abitudine a vincere è fondamentale e vale per tutti, sia per i calciatori che per Sarri. Il Napoli ha perso lo scudetto nelle sfumature, non bisogna parlare di fatturato o darsi per spacciati già ad inizio stagione. Le lamentele incidono in una mentalità vincente. Dall’esterno non credo che Higuain possa lasciare Napoli, paradossalmente è più fattibile che venga ceduto Koulibaly, ma è solo una mia ipotesi. Complimenti al Pipita ma con Sarri segnerei anche io (ride, ndr). Le squadre del toscano segnano tanto perché giocano bene, creano tantissimo. Ero certo che l’argentino facesse tantissimi gol con lui. Maggio? Ho avuto il piacere di conoscerlo a Firenze, è una gran brava persona e voi lo sapete benissimo, meglio di me. Il mio consiglio è di restare a Napoli nonostante giochi poco, è utile ai compagni, è un leader, fa sempre comodo in uno spogliatoio”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!