Genoa-Atalanta 1-2: i nerazzurri passano nel finale

GENOVA – L’Atalanta chiude la sua stagione con una vittoria a Marassi contro il Genoa che mancava dal lontano 1991 e collezionando così il terzo successo esterno di tutto il suo campionato. I rossoblù con questo ko devono dividere il decimo posto finale con l’Empoli, vittorioso in casa contro il Torino. Una gara quella di Genova giocata senza pensieri dalle due squadre e per questo motivo piacevole da guardare. I gol tutti nel secondo tempo: vantaggio orobico di D’Alessandro, pareggio del solito Pavoletti e rete da tre punti di Kurtic.

BENE IL GENOA IN AVVIO – Gasperini si affida al 3-5-3 con Suso e Pavoletti in attacco. Ansaldi e Laxalt fanno gli esterni di centrocampo, Dzemaili in regia. Reja nel suo 4-3-3 fa esordire Radunovic in porta e Gagliardini a centrocampo. In attacco rientra dopo la squalifica Gomez, con lui ci sono Borriello e D’Alessandro. Conti e Brivio sono i terzini. Il Genoa fa possesso-palla con l’Atalanta tutta dietro e pronta a ripartire. Dopo 6′ Dzemaili raccoglie una palla messa in area da Rigoni, ma la devizione dell’ex Napoli è debole e Radunovic para.

L’ATALANTA VIENE FUORI – Più passano i minuti e più l’Atalanta prende campo. Belle le azioni manovrate nerazzurre ma manca sempre l’ultimo passaggio giusto come quando Borriello arriva tardi su un cross dal fondo. Il giovane Gagliardini si sgancia spesso in avanti e al quarto d’ora, servito da Borriello, viene murato al limite. Anche Gomez ci prova da fuori ma con scarsa mira. Sul fronte opposto Pavoletti al 22′ segna dopo una punizione di Dzemaili ma l’arbitro annulla punendo un offside influente di Munoz. Al 23′ Lamanna neutralizza un sinistro di Brivio, mentre Rigoni di testa manda la palla alta di poco. Al 35′ Gomez va vicino al bersaglio grosso da fuori: sfera sul fondo di nulla. Al 37′ la più grande occasione del primo tempo: cross dal fondo destro di Suso e sul secondo palo arriva Laxalt che controlla ma devia sull’esterno della rete contrastato da Masiello.

PAVOLETTI RISPONDE A D’ALESSANDRO – Inizia il secondo tempo e dopo una manciata di minuti Gasperini cambia Dzemaili con Tachtsidis. Ma è l’Atalanta a passare al minuto 7: assist di Gomez per D’Alessandro che pentra in area defilato a sinistra, Munoz non lo prende più e l’ex romanista incrocia col sinistro in rete. Dentro Pandev per Rigoni nel Genoa e i rossoblù ci mettono sei minuti per pareggiare: angolo, Tachtsidis prolunga di testa e Pavoletti ci mette il destro e fa 1-1.

DECIDE KURTIC – L’Atalanta non ci sta e al 16′ Borriello calcia una splendida punizione a giro che Lamanna neutralizza solo con l’aiuto della traversa. Insistono gli ospiti e al 20′ D’Alessandro segna su un’altra azione propiziata da Borriello, ma c’è netto fuorigioco. Al 24′ Genoa vicino al vantaggio: punizione di Suso e maldestro colpo di testa di Munoz a due passi dalla porta con pallone schiacciato a terra e che termina alto. I tecnici effettuano altri cambi ed è Reja a indovinare quello giusto quando inserisce Kurtic al posto di D’Alessandro. Lo sloveno al 37′ è lesto a inserirsi in area anticipando Ansaldi per deviare in gol un cross dalla sinistra del solito Papu Gomez. Il Genoa prova ad attaccare alla ricerca del pari e ci va vicinissimo all’ultimo dei 4′ di recupero quando Pandev devia verso la rete ma trova il petto di Radunovic che con questo intervento salva il risultato per gli ospiti.

Genoa-Atalanta 1-2 (0-0)
Genoa (3-5-2):
Lamanna 6,5, Munoz 5, Burdisso 6, Izzo 6, Ansaldi 5, Dzemaili 5,5 (6′ st Tachtsidis 6), Rincon 6,5, Rigoni 6 (9′ st Pandev 5), Laxalt 6, Suso 6 (30′ st Silva 5,5), Pavoletti 6,5 (32 Donnarumma, 39 Sommariva,16 Capel, 18 Ntcham, 42 Matavz, 22 Lazovic, 41 Ierardi, 54 Sandro, 29 Fiamozzi). All.: Gasperini 5,5.
Atalanta (4-3-3): Radunovic 7, Conti 5, Masiello 6,5, Djimsiti 6, Brivio 5,5, De Roon 7, Gagliardini 6 (37′ st Cigarini sv), Freuler 6 ( 33′ st Monachello sv), Gomez 7,5, D’Alessandro 6,5 (29′ st Kurtic 7), Borriello 6,5. (57 Sportiello, 43 Turrin, 8 Migliaccio, 23 Diamanti, 33 Cherubin, 44 Kresic, 77 Raimondi, 97 Tulissi). All.: Reja 6,5.
Arbitro: Aureliano di Bologna.
Reti: nel st 7′ D’Alessandro, 13′ Pavoletti, 37′ Kurtic.
Ammoniti: Brivio, Izzo, Rincon, Masiello, D’Alessandro per gioco scorretto, Laxalt per proteste.
Angoli: 7 a 5 per il Genoa.
Recupero: 0 e 4′.
Spettatori: 22000 circa.
 
 

genoa

serie A
atalanta
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 348 volte