Mediaset – Herrera-Napoli, risolta la questione dei diritti d’immagine: si stringe col Porto

Sfumato Klaassen, il Napoli è vicino a Hector Herrera. Il centrocampista messicano, già seguito con grande attenzione nelle ultime sessioni di mercato, ha trovato l’accordo sull’ingaggio con il club azzurro e aspetta ora solamente la fumata bianca nella trattativa tra De Laurentiis e il Porto. Fumata bianca che potrebbe arrivare nelle prossime ore. Al momento il Napoli offre 20 milioni contro i 25 richiesti dai lusitani, ma l’inserimento di qualche bonus a favore dei Dragoes potrebbe sbloccare l’affare.

Ci siamo insomma. L’affare, a meno di ulteriori colpi di scena, si farà e Sarri avrà il centrocampista che chiede da tempo. Il tutto nello stretto giro di qualche giorno, il tempo necessario per riformulare un’offerta al Porto e convincere i lusitani a lasciar partire il giocatore. Proprio la volontà di Herrera di trasferirsi sotto il Vesuvio dovrebbe e potrebbe essere decisiva per chiudere i conti. Il messicano firmerà un contratto fino al 2019 con opzione per un altro anno a poco più di 1,2 milioni a stagione, di fatto più o meno quello che guadagna attualmente, e ha trovato l’accordo con De Laurentiis anche sulla sempre spinosa questione dei diritti di immagine. Insomma, ha scelto Napoli dopo essere stato scelto da Napoli.

Più difficile, per un discorso opposto, la rincorsa a Vrsaljko. Il giocatore del Sassuolo piace molto al Napoli che negli scorsi giorni aveva trovato un accordo di massima con i neroverdi. L’inserimento dell’Atletico Madrid nella trattativa ha però rimescolato le carte e rovinato i piani di Adl. L’esterno degli emiliani preferirebbe Madrid, pur non disdegnando Napoli, e questo ha costretto il numero uno degli azzurri ad alzare il tiro rilanciando l’offerta. Ballano 300mila euro: l’Atletico ha offerto a Vrsaljko 2 milioni di euro a stagione, il Napoli si è fermato a 1,5 sapendo di poter arrivare a 1,7. La questione non è chiusa, ma i Colchoneros sono in netto vantaggio.

fonte, sportmediaset.it

Commenti