Genoa, Juric si presenta: “Voglio una squadra con il mio carattere”

Genoa, Juric si presenta: "Voglio una squadra con il mio carattere"Ivan Juric durante la presentazione da nuovo allenatore del Genoa (bussalino) GENOVA – Al Genoa è ufficialmente iniziata l’era Ivan Juric. Reduce dall’impresa con il Crotone, condotto alla prima storica promozione in serie A, il tecnico croato fa ritorno nella città della lanterna, dove era già stato da giocatore indossando proprio la maglia rossoblu per quattro stagioni, per poi allenare per due anni la Primavera. “Spero che la squadra assuma il mio carattere. Voglio un gruppo che mi rispecchi. Ho entusiasmo, ambizione e sono convinto di poter fare bene. Ho vinto con il Crotone, siamo stati un piccolo Leicester. E’ la mia prima volta in serie A da allenatore, ma non credo che avrò problemi. Magari all’inizio, ma il calcio è una cosa semplice”, ha dichiarato il successore di Gian Piero Gasperini.
 
“AVEVAMO ACCORDO CON LAPADULA” – Juric ha parlato anche di Pavoletti, corteggiato da diversi club e sempre più uomo mercato: “Finché non troviamo un sostituto vero non si muove dal Genoa. Avevamo Lapadula, ma sapete tutti come è andata. Un vero peccato perché c’era l’accordo con lui e con il Pescara. Rincon? Anche per lui parlano i numeri. Il mercato è molto lungo”. Nella sua nuova esperienza genoana Juric sarà affiancato dall’allenatore in seconda Stjepan Ostoji e dal professor Alberto Corradi, nel ruolo di collaboratore tecnico.
 
PREZIOSI: “ABBIAMO SCELTO JURIC PER IL SUO CARATTERE” – “La scelta di Juric? A Pasqua c’è stata la decisione, ci siamo sentiti e ci siamo piaciuti anche se già ci conoscevamo perché è stato qui sei anni. Mi aspetto che non subisca esami subito e che possa lavorare tranquillamente”, ha dichiarato invece il presidente del Genoa Enrico Preziosi. “Cosa può dare in più di Gasperini? Preferirei non rispondere, ma credo che ci siano delle differenze tra i due. Forse uno ha un tipo di personalità che si accosta di più al mio modo di pensare”. Preziosi si dice poi amareggiato per la vicenda Lapadula: “L’arrabbiatura passa subito, l’amarezza invece resta. Galliani è un amico, non so se mi ha fatto uno scherzo ma ci chiariremo presto. Se era tutto fatto col giocatore e con il Pescara? Sì, ho anche le sue scuse sul telefonino per avermi mancato di parola. Il Milan è stato più convincente sotto certi aspetti”.
 
“BOATENG NON CREDO POSSA ARRIVARE” – Boateng, intanto, è stato di nuovo accostato al Genoa: “Già l’anno scorso ci era stato offerto. Non ne ho parlato con Juric, ma non credo possa arrivare. Montella al Milan? L’ho saputo da pochissimo. Gli auguro di fare meglio che alla Sampdoria, ma non sono cose che ci riguardano”. Relativamente alle accuse ad Izzo di aver truccato delle partite, Preziosi replica: “Non penso si debba dare credito a un delinquente che in una cella racconta cose di un ragazzo che all’epoca aveva 20 anni e che non ha partecipato a nessuna gara. Izzo comincerà la stagione e farà il campionato con noi”.
calcio

serie A
genoa calcio
Protagonisti:
ivan juric

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 270 volte