Infortunio più grave del previsto per Chiriches, rischia uno stop di 6 mesi

Il difensore del Napoli, Vlad Chiriches, sarà oggi a Roma, di ritorno dalla nazionale rumena, dopo il brutto infortunio, patito nel ritiro della Romania. Purtroppo le notizie sulle sue condizioni allarmano non poco la società azzurra. Infatti le dichiarazioni del c t Daum, costretto a tenere fuori Vlad per la sfida di domani contro il Montenegro sono preoccupanti: “Ha un problema serio al ginocchio e non so quanto tempo occorrerà per riprendersi. Speriamo non debba operarsi”. Il problema serio potrebbe andare ben oltre la distorsione con cui ufficialmente lo staff sanitario della Romania ha catalogato l’infortunio e rispedito in Italia il calciatore. Il mistero è racchiuso nella risonanza magnetica alla quale è stato sottoposto in patria il difensore: niente di incoraggiante sarebbe venuto fuori, si teme l’interessamento del legamento crociato dell’arto sinistro. Giornalisti che seguono la Romania parlano addirittura di lesione alla cartilagine; una lesione cartilaginea richiede tempi lunghi di recupero, non meno di tre-quattro mesi. Almeno cinque o sei , qualora si trattasse di un crac ai legamenti. Chiriches sbarcherà, a Fiumicino,  proveniente da Bucarest e si recherà,  immediatamente a Villa Stuart, atteso dal professore Pierpaolo Mariani e da Alfonso De Nicola, il medico sociale del Napoli. A riportare la notizia è l’ edizione di oggi del quotidiano “Il Mattino”.

Commenti