La maledizione dello “Juventus Stadium”colpisce ancora

Ormai è diventata una costante,  lo Juventus Stadium resta un autentico tabù per la formazione azzurra che non riesce mai a  portar via punti dall’impianto di Venaria Reale, neanche quando li merita. Mai come ieri sera, infatti il Napoli, non meritava di uscire sconfitto dallo Stadium. La prestazione offerta contro i campioni d’Italia è stata molto positiva, soltanto degli svarioni individuali che, ahimè, stanno accadendo con troppa frequenza, hanno determinato il risultato negativo. Orrori, perchè è questo il temine giusto, come quelli di ieri sera non si vedono neanche in partite di campionati minori o addirittura in partite di calcetto tra amici. Peggiore in campo, Ghoulam, ieri ha messo lo zampino, seppure involontario in entrambi i gol della Juventus, anche se a sbagliare in quel frangente è stato prima  Allan. Svarioni imperdonabili pagati a caro prezzo da un Napoli, certamente dimostratosi assolutamente non inferiore al cospetto della prima dell classe. Nuovamente regalate due reti all avversario come già accaduto in passato. Inoltre anche  il poco peso specifico  di un attacco formato da piccoletti,  peraltro fuori ruolo, ha inciso nell’economia del gioco azzurro. Eppure il Napoli ieri ha messo paura alla Juventus, creando numerose palle gol che meritavano miglior sorte. Il calcio, purtroppo  spesso e volentieri non rispecchia quello che accade in campo, così la formazione  bianconera, pur non meritando la vittoria è riuscita a portare a casa tre punti fondamentali per il prosieguo del campionato.  Certamente fa male perdere in questo modo, anche perchè a condannare il Napoli è stato il grande ex , proprio quello che non ci auguravamo. Il Pipita, al gol non ha esultato in segno di rispetto, ma non era sicuramente  il caso di fare questo gesto, visto che il rispetto per i tifosi azzurri è mancato  in estate quando ha scelto di tradire la maglia del Napoli. Ma ormai è fatta e quindi è inutile tornare sull’ argomento. La nota positiva della gara di ieri arriva ancora dall’ex bolognese Diawara, il migliore in assoluto degli azzurri per personalità senso della posizione e sicurezza, di solito caratteristiche non avvezze ad un giovane della sua età. Morale della favola, la Juventus ringrazia il Napoli per i gentili omaggi ricevuti e vola a 27 punti,  in classifica, in attesa dei risultati di oggi.  Dal canto loro gli azzurri, ora rischiano di perdere la terza posizione, visto che il Milan, vincendo potrebbe scavalcarli.

Commenti

Questo articolo è stato letto 716 volte