La Società azzurra chiama a raccolta i tifosi per il match di Champions con la Dinamo Kiev

Questo, probabilmente, per gli uomini di Sarri, rappresenta il momento più delicato da quando il Napoli  è in Europa.  Dal 2009 ad oggi il club partenopeo non ha mai mancato un anno. Tra Champions  League ed Europa League la formazione azzurra è stata sempre presente.  Ora la situazione del girone di Champions League si è fatta molto difficile, dopo la sconfitta interna col Besiktas. Il Napoli, in questo momento ha bisogno di tutto il sostegno dei propri tifosi. Per questo motivo la società ha deciso di ridurre notevolmente i prezzi dei tagliandi,  sia in campionato che in Europa. Già sabato con la Lazio, infatti,  era stata adottata questa politica , così come sarà  in occasione del match importantissimo di Champions League di mercoledì 23 novembre, al San Paolo,  contro la Dinamo Kiev.

Gli azzurri hanno bisogno  del dodicesimo uomo in campo.  I tifosi,  ora più che mai,  devono sostenere la squadra, il San Paolo deve tornare ad essere una bolgia come avveniva qualche tempo fa,  quando sugli spalti  si cantava sulle note de ‘l’estate sta finendo..’. I prezzi assai ridotti per i biglietti  della gara con la Diamo Kiev sono la dimostrazione che il club di De Laurentiis intende chiamare a raccolta il popolo azzurro.

 Mai, prima d’ora  si erano visti prezzi così contenuti per una partita della massima competizione europea, in quel di Fuorigrotta: 20 euro le curve, 40 i distinti e 60  la tribuna, sono sicuramente prezzi accessibili a tutti.  Quindi il 23 novembre prossimo  il San Paolo  dovrà tremare dal primo all’ultimo minuto della partita, metaforicamente parlando, scusatemi l’indegno paragone,  come se si ripetesse il terribile terremoto dell’ irpinia del 23 novembre del 1980. Tutta Napoli, all’appello della società, dovrà rispondere ‘presente’ !

Commenti