Milan, il closing si allontana. Berlusconi: “Resto io e faccio squadra tutta italiana…”

Milan, il closing si allontana. Berlusconi: "Resto io e faccio squadra tutta italiana..."Silvio Berlusconi (ansa) MILANO – Quattro reti su 6 tiri in porta e 8 occasioni da gol. Continuano le dimostrazioni di efficacia e pragmatismo del Milan di Montella. I dati di Empoli non sono sbilanciati come quelli del derby di una settimana prima. Il possesso palla al Castellani è stato a favore del Milan. Ma i toscani hanno comunque sopravanzato i rossoneri a livello di occasioni da gol: 12 a 8. La formazione di Montella non fa sconti a nessuno ed ora si trova seconda a quattro punti dalla vetta. Emblematico il bilancio di Lapadula: 2 tiri, 2 gol.  L’ex Pescara ha approfittato al meglio dell’assenza per infortunio di Bacca: il colombiano ha accentuato il senso di lontananza dalla squadra andando a Siviglia per seguire la partita della sua ex squadra contro il Valencia. Anche se il club rossonero ha precisato che il centravanti è andato in Andalusia con il permesso di società e allenatore. Ma è evidente che in questo momento Bacca fatica a tenere il passo dei compagni migliori. l mercato di gennaio potrebbe riportare d’attualità la questione del trasferimento dell’attaccante sfumata in estate. Nel mirino di alcuni club spagnoli, in particolare l’Atletico Madrid (in prospettiva però perché al momento il mercato dei Colchoneros è bloccato dalla Fifa), c’è anche Suso, uno dei migliori del Milan in questa fase: ieri per l’ex Genoa un gol e 2 assist. BERLUSCONI CONFERMA LA PROROGA – La campagna acquisti invernale rischia di diventare un’altra cartina di tornasole dell’andamento estenuante della trattativa per la cessione del Milan. Berlusconi ha confermato la concessione di una nuova proroga: “Il closing è in programma per dicembre – ha detto a Domenica Live su Canale 5 – mancano pochi dettagli per delle autorizzazioni dalle autorità cinesi, mi dicono che non ci sono problemi e dunque siamo ben disponibili a concedere una proroga di un mese, un mese e mezzo”. Intervista conclusa da una battuta: “Anch’io mi auguro che il Milan resti italiano e in mani mie”. Al di là delle dichiarazioni dell’ex Cavaliere, l’orizzonte del 13 dicembre non è più sicuro nemmeno per Sino Europe come si evince dal breve comunicato di ieri nel quale si parla genericamente di “un forte impegno a concludere la trattativa nel più breve tempo possibile”, senza riferimenti precisi alla data della convocazione dell’assemblea del Milan. In caso di slittamento, sarà spostato in avanti anche il versamento di 100 milioni che avrebbe dovuto avvenire contestualmente al “closing” e sarebbe dovuto essere il primo investimento diretto di Sino Europe nel Milan. Quindi rischia di succedere a gennaio quello che è accaduto in estate.

REGOLE MESSE A DURA PROVA – Ma è chiaro che i problemi ormai riguardano tutta l’operazione, al di là delle tempistiche delle autorizzazioni. E mettono a dura prova anche le regole della Figc sulle nuove proprietà di Serie A, varate nel 2015 dopo il caso Manenti/Parma. Si tratta di una normativa che entra in scena dopo il passaggio di proprietà: la Federazione ha ritenuto di non dover intervenire nella fase precedente altrimenti avrebbe dovuto estendere troppo i controlli. Ma in questo caso si sta allungando a dismisura il tempo intercorso tra il versamento della maxi-caparra da 100 milioni di euro completato a inizio settembre e la conclusione dell’affare. Passerà quasi un girone di campionato prima che (eventualmente) si possa sapere qualcosa in più sui nomi della compagine di compratori del Milan. E quindi anche la riconducibilità di quei 100 milioni a soggetti definiti resta avvolta da una certa segretezza. Al momento l’unica comunicazione ufficiale dice che i soldi sono stati versati da Sino Europe, società che però è stata creata pochi mesi fa. Per avere un riferimento economico la holding Rossoneri Investment, veicolo finanziario dell’operazione imperniata su Sino Europe, ha un capitale sociale di 12.000 euro. Gli altri nomi sono sempre gli stessi: Yonghong Li e Haixia. Intanto i tempi continuano a dilatarsi.   calcio

serie A
milan ac
Protagonisti:
Silvio Berlusconi

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 285 volte