Il Napoli c’è!

Vivaddio il Napoli c’è e come se c’è! Con una gara fantastica gli uomini di Sarri hanno subito messo a tacere coloro che avevano dato la squadra azzurra già morta e sepolta, mentre il Napoli invece è vivo e vegeto, come ha dimostrato con la passeggiata sull’Inter di Pioli, abbattuta ed affondata dai missili di Zielinski, Hamsik e Insigne. Un successo che dà morale e sicurezza per affrontare il match decisivo, in Champions League, di martedì a Lisbona. Gli azzurri hanno fatto subito capire che,  quella d eri era la loro serata, calando un 1 – 2 micidiale in soli sei minuti di gioco e chiudendo poi, definitivamente i giochi in apertura del secondo tempo.  Non c’è mai stata storia, dunque al San Paolo che è tornato il fortino di una volta. Il risultato di 3 a 0 non ammette repliche, anzi  le grandi parate di Handanovic hanno evitato un passivo peggiore per la formazione ospite ma va detto,  per dovere di cronaca,  che anche Reina non è stato da meno del suo omologo, decisivo in almeno tre circostanze, due volte su  Icardi, ed una su  Candreva.

Brutto passo indietro, invece, per il tecnico nerazzurro, Pioli, ancora incapace di dare un equilibrio ed un volto  ad una squadra  troppo in balia dell’avversario, mentre Sarri può tornare a sorridere, dal momento che  ha ritrovato la sua creatura. A tratti, ieri è sembrato di vedere la squadra dell’anno scorso, quella che aveva riscosso tanti applausi e tanti risultati. Altra nota lieta, infine,  l’ingresso di Marko Rog. Finalmente il pubblico del San Paolo ha visto all’opera quell’oggetto misterioso di cui non si sapeva niente. Oggi sappiamo di che pasta è fatto il giovanotto: nei pochi minuti in cui ha giocato ha dato un saggio delle sue qualità, su di lui ci si può contare senza alcun dubbio.

Commenti