Udinese-Bologna 1-0, Danilo stende i felsinei al 93′

Udinese-Bologna 1-0, Danilo stende i felsinei al 93'Danilo esulta dopo il gol vittoria (lapresse) UDINE – All’ultimo respiro, grazie a una prodezza di Danilo, l’Udinese piega il Bologna e si fa il regalo più bello per festeggiare davanti ai propri tifosi i 120 anni di vita. Un successo meritato che mette fine a un digiuno di 4 turni e soprattutto, cosa a cui teneva particolarmente Delneri, a una striscia di 11 gare in cui la squadra prendeva puntualmente gol. Malgrado sia arrivata al 93′, la vittoria dei friulani è meritata. Hanno condotto quasi sempre le danze, sciupando occasioni in serie, soprattutto nel finale in cui il Bologna si è visto costretto a chiudere in 10 per l’ingenua espulsione di Pulsar.

BOLOGNA DELUDENTE – La squadra di Donadoni ha deluso. Dopo un buon avvio si è totalmente smarrita non trovando in campo le geometrie giuste per rendersi pericolosa di rimessa. E’ mancato totalmente il centrocampo, abulico, ma anche una giusta interpretazione del pressing. Troppo attendista, la formazione felsinea ha finito per accontentarsi troppo presto del pari. E alla fine è stata punita.

DELNERI RIVEDE LA DIFESA – Costretto alla fine a rinunciare a Wague, Delneri ha ridato una maglia in difesa Felipe, preferendo Samir  ad Adnan sulla sinistra. Poi, rispetto alla gara di Cagliari, ha rilanciato in attacco De Paul al posto di Matos e ha inserito in mediana Hallfredsson in sostituzione di Jankto. Sul fronte opposto Donadoni, privo dello squalificato Gastaldello e dell’indisponibile Rizzo, ha piazzato Oikonomou al centro della difesa e poi ha dato spazio a Pulgar e Mounier, reduce dalla brillante prestazione in Coppa Italia contro il Verona, sacrificando Viviani.

DESTRO E ZAPATA MANCANO IL VANTAGGIO – Pur senza impressionare, il Bologna ha chiuso bene in avvio di spazi creando anche una nitida palla-gol, clamorosamente sciupata da Destro che ha calciato alto da pochi passi un cross dalla sinistra di Krejci. L’Udinese ha capito di dover alzare i ritmi e, sfondando soprattutto dalla parte di un evanescente Torosidis, ha iniziato ad allertare Mirante con tre conclusioni da fuori di Thereau. Le occasioni migliori, però, sono capitate sulla testa di Zapata che, su due centri, non a caso, da sinistra, non ha trovato il modo di superare Mirante da pochi passi: Prima gli ha schiacciato un pallone tra le braccia e poi ha spedito la seconda conclusione di un soffio oltre la traversa.

PULGAR LASCIA IL BOLOGNA IN 10 – Nella ripresa a svegliare tutti dal torpore ha pensato Pulgar. Ha effettuato il primo tiro verso la porta (destro alto al 65′) e poi nel giro di 10′ ha finito per incassare due ammonizioni che hanno lasciato al 70′ il Bologna in 10. Delneri si è giocato il tutto per tutto inserendo prima Badu per uno spento De Paul e poi Perica e Penaranda e l’Udinese ha acquistato peso in attacco. I tifosi friulani hanno pensato, però, di vivere una serata stregata quando, dopo il terzo colpo di testa impreciso di Zapata da due passi, hanno dovuto assistere a due ghiotte occasioni sciupate da Perica e poi anche ad un inatteso tradimento di Thereau che non ha trovato lo specchio da un metro su una punizione-cross di Kums.

DANILO, PRODEZZA AL 93′ – Donadoni ha tentato di alleggerire la pressione mandando in campo Di Francesco, Mbaye e, infine, Floccari, ma il suo castello è crollato all’ultimo secondo: Widmer è andato via sulla destra e ha pennellato un pallone in mezzo trovando pronto alla battuta a rete Danilo, gettatosi disperatamente all’attacco. Il difensore brasiliano si è coordinato alla perfezione e ha scaraventato la sfera sotto l’incrocio con una girata d’applausi, alla Di Natale. Ride così l’Udinese mentre al Bologna resta l’amaro in bocca. Il calendario, comunque, è dalla parte dei rossoblù. E poi dietro vanno talmente piano che non è davvero il caso di fasciarsi la testa.

UDINESE-BOLOGNA 1-0 (0-0)
Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Fofana, Kums, Hallfredsson (26’st Perica); De Paul (22’st Badu), Zapata (40’st Penaranda sv), Thereau (22 Scuffet, 25 Perisan, 4 Angella, 37 Faraoni, 53 Ali Adnan, 75 Heurtaux, 19 Matos, 14 Jankto, 95 Evangelista). All. Delneri.
Bologna (4-3-3): Mirante; Torosidis, Oikonomou, Maietta, Masina; Dzemaili, Pulgar, Taider; Mounier (32’st Mbaye sv), Destro (40’st Floccari), Krejci (11’st Di Francesco) (1 Da Costa, 34 Ravaglia, 3 Morleo, 24 Ferrari, 6 Viviani, 4 Kraft, 16 Nagy, 17 Donsah, 30 Okwonkwo). All. Donadoni.
Arbitro: Pasqua di Tivoli.
Reti: nel st 48′ Danilo.
Angoli: 5-0 per l’Udinese.
Recupero: 1′ e 3′.
Espulso: Pulgar al 23’st per doppia ammonizione.
Ammoniti: Hallfredsson, Felipe, Danilo, Pulgar per gioco falloso.

calcio

serie A
udinese
bologna calcio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 364 volte