Sfogo Cannavaro: “Serie di infortuni incredibile”

Una periodo sfortunato, una stagione iniziata con il sogno europeo ma che negli ultimi mesi ha visto il Sassuolo decimato dagli infortuni. Traumatici, muscolari o anche solo per brevi periodi, i problemi fisici della squadra allenata da Di Francesco hanno raggiunto un numero da record. “E’ una stagione così, non mi era mai capitato né quando giocavo nel durante la mia carriera da allenatore” ha detto lo stesso tecnico dopo la sfida contro la Fiorentina – gara in cui ha perso Magnanelli (lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Gazzola (grave contusione all’emibacino destro) e Paolo Cannavaro (lesione al legamento collaterale mediale del ginocchio destro).

E proprio quest’ultimo – che salterà di sicuro la partita di domani contro l’Inter e quella contro la Fiorentina – ha scritto sul suo profilo instagram un messaggio in cui ha parlato non solo delle sue condizioni fisiche ma, in generali, di quelle di tutta la squadra che continua a perdere pedine importanti di partita in partita. “Incredibile – si legge sul profilo del difensore – ancora infortuni. Quello di Gazzola alla schiena, quello del nostro cap Magnanelli che addirittura finisce la stagione in larghissimo anticipo come Biondini, poi aggiungiamoci Berardi, Politano, Duncan e Pellegrini, sommati a quelli di inizio stagione di Missiroli, Letschert, Sensi, Antei, Dell’Orco e Defrel… Poi tocca a me: e dopo la mano rotta due mesi fa, questo giro tocca al mio collaterale più la caviglia!!!!!! Da non credere!!!! Come si dice a Napoli: “L’UOCCHIE SICCHE SO’ PEGGIO D”E RE SCUPPETTATE”.”

Un proverbio che si potrebbe ‘tradurre’ con “il malocchio è peggio dei colpi di fucile” e che sintetizza perfettamente tutta la sfortuna che si sta abbattendo sulla squadra emiliana. Al termine del messaggio, poi, Cannavaro ha anche aggiunto: “P.s. Non è un bollettino di guerra. #sciosciociucciuè”. Un messaggio ironico in un momento complicato, il Sassuolo all’inizio della 16ª giornata di Serie A ad oggi ha perso altri 10 giocatori mentre altri 4 non sono al meglio. Infortuni continui e di ogni genere: traumatici, muscolari o anche solo per brevi periodi che costringono ogni settimana l’allenatore ad inventarsi nuove soluzione ed a puntare su calciatori giovani. La speranza di Cannavaro e di tutto l’ambiente neroverde è che la fine del 2016 si porti via anche tutti i problemi della squadra, così che la seconda parte della stagione possa essere vissuta con maggiore serenità. E senza altre “scuppettate”.

Fonte: SkySport

Commenti