Sarri: “questo Napoli deve ancora crescere in mentalità”

Nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport, l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri dichiara: “Il 2-2 preso dopo 30 secondi ci ha fatto male e ha dato tanto entusiasmo agli avversari. Questo è un campo difficile, dove la Fiorentina, che è una grande squadra,  non ha mai perso. Purtroppo noi, a livello di mentalità, lasciamo sempre qualcosa per strada. Dobbiamo migliorare su questo aspetto, altrimenti rischiamo di non raccogliere tutto quello che seminiamo. Non siamo stati brillanti come nelle ultime occasioni, ma comunque abbiamo creato più degli avversari, anche se c’è poco da recriminare perché alla fine potevamo pure perderla. A livello di prestazione sono contento, ma mi aspetto che questa squadra cresca in fretta. Può darsi che l’età media molto bassa influisca, ma io vorrei che ci fosse più aggressività e intelligenza nella lettura dei vari momenti della partita. Il rigore di Gabbiadini? Lui in queste situazioni è molto freddo, dal dischetto è affidabile. Se preferisco il centravanti vero o il falso nove? Dobbiamo adeguarci a chi abbiamo a disposizione: in questo momento c’è Mertens e abbiamo leggermente cambiato il modo di giocare, rispetto a Higuain l’anno scorso e Milik all’ inizio di questa stagione. A me questa nuova soluzione mi intriga, anche se è un po’ limitativa perché spesso non possiamo avere sbocchi sulle palle sporche. Come mai Maksimovic non gioca? Sta facendo un po’ di fatica a entrare nei meccanismi: ha giocato a tre dietro negli ultimi anni, anche Chiriches l’anno scorso ha avuto questo tipo di problema e quest’anno è diventato un giocatore importante per noi. Lo diventerà anche Maksimovic.”

Commenti