Le pagelle di Crotone-Bologna: Maietta impeccabile, Trotta spreca

Le pagelle di Crotone-Bologna: Maietta impeccabile, Trotta sprecaUn contrasto di gioco durante Crotone-Bologna (ansa) CROTONE
Cordaz 6:
puntuale su Destro al 22′, ma il centravanti avrebbe potuto fare meglio. Immobile sul diagonale decisivo di Dzemaili, cui nega il 2-0 in tuffo 3′ dopo. Ben piazzato sulla conclusione al volo di Krejci al 15′.
Rosi 5.5: duella con Di Francesco, nel secondo tempo dalla sua parte il Bologna passa con eccessiva disinvoltura
Ceccherini 6: con una retropassaggio di testa al 21′ mette i brividi ai suoi tifosi, ma Cordaz con un balzo rassicura. Sta su Destro, come l’altro dei centrali.
Ferrari 6: il Destro di questi tempi è tutto fuorché immarcabile.
Martella 6: dalla sua pare nel primo tempo il Crotone spinge parecchio, e quando si tratta di difendere su Krejci fa il suo, ma cala nella seconda parte di gara.
Rohden 5.5: spreca da due passi l’1-1 calciando sui piedi di Mirante all’11’ della ripresa (32′ st Simy 6: ci prova in tutti i modi, con mezzi tecnici non eccelsi)..
Capezzi 5.5: cerca di fare gioco e i due centrali di Nicola non subiscono l’inferiorità numerica in mezzo al campo (12′ st Nalini 5.5: fa ammonire con un bel dribbling Maietta, cerca di dare un po’ di adrenalina, ma non sempre gli riesce)
Crisetig 6: buon primo tempo, per gioco e personalità; vanifica con un pessimo cross una buonissima discesa dopo aver rubato palla a Torosodis nella trequarti del Bologna, calo netto nella ripresa.
Palladino 6.5: mette in difficoltà la retroguardia avversaria, ammonito subito per un fallo su Torosidis salterà il Genoa per squalifica.
Trotta 5: spreca dopo 27′ una occasione propizia calciando dal limite e centralmente, 4′ dopo segna da due passi con una zampata ma era in fuorigioco (19′ st Gnahorè 6: prova a alzare un po’ i ritmi nel momento in cui il Crotone pare in bambola).
Falcinelli 5.5: dribbling e tiro in porta, ci rova due volte nei primi 20′, ma calciando sempre debolmente, ssul finire del primo tempo fa ammonire Gastaldello.

BOLOGNA
Mirante 6:
piace la sua consueta tranquillità, una gestione che rassicura anche quando si limita all’ordinaria amministrazione come ieri. Bravo a chiudere lo specchio della porta a Rohden per una respinta di piede che vale l’1-1, per quanto nell’occasione sia più grave l’errore di calcia che i meriti di chi para.
Torosidis 5.5: una giusta e una no, ma esce dopo meno di mezz’ora per un guaio muscolare (29′ pt Krafth 6: dalla sua parte Martella e Palladino spingono parecchio sino all’intervallo, dopo mette il naso avanti lui).
Gastaldello 6: un’entrataccia su Falcinelli gli costa il giallo, passa un attimo ed esce per un fastidio muscolare apparentemente ai flessori, fra gli applausi dei suoi vecchi tifosi (42′ pt Oikonomou 6: stavolta si nota poco ed è un bene per un centrale. Certo che Falcinelli non è Higuian, per fortuna).
Maietta 7: la sua prestazione è quasi impeccabile, con chiusure provvidenziali.  E fa anche pace con la curva calabrese, con cui i rapporti erano tesi dopo un gol che gli segnò nel 2011, quand’era a Verona.
Masina 6: si prende una sgridata da Maietta, prova a spingere quando può, non sicurissimo dietro
Nagy 6.5: il suo dinamismo è notevole, non è mai fermo e batte la mediana, anche se in verità più in largo che in lungo. Si fa trequarti di campo al ’60, in una delle rare azioni corali finalizzata da una conclusione al volo di Krejci ben imbeccato da Dzemaili. Purtroppo paga il limite di on riuscire mai ad essere decisivo.   
Viviani 5.5: nonostante una certa libertà di manovra stenta a dare il via alla manovra e in fase di interdizione nel primo tempo subisce (38′ st Pulgar 6: entra benissimo nel match, con la concentrazione e la determinazione giuste).
Dzemaili 7.5: ottimo il pallone di prima che al 22′ serve per Destro, prezioso di testa al 38’nella sua area, il destro con quale gela Cordaz capovolge il pomeriggio. E tre minuti dopo in modo analogo sfiora il 2-0, stessa cosa gli succede al 22 con un piatto a colpo sicuro che si spegne sull’esterno della rete. Sta segnando i gol della tranquillità.  
Krejci 5.5: schierato ancora a destra, gioca a distanza siderale dalla porta. Da un suo accentrarsi nasce il vantaggio. Generoso, ma poco incisivo. 
Destro 5.5: al 22′ ha la palla del castigo, su un buon filtrante di prima di Dzemaili, ma la calcia da centro area senza cattiveria e Cordaz s’allunga con disinvoltura. Al 22′ Dzemaili sfiora il 2-0 su un assist vivaddio proprio di Mattia, bravo a lanciarsi sulla trequarti, a saltare Rosi e a servire lo svizzero. Ci fosse un’alternativa, andrebbe fatto rifiatare
Di Francesco 5.5: quando accelera se non altro lo si nota, come allo scadere del rimo tempo quando messo in moto da Dzemaili (a sua volta avviato da un tacco di Destro) si incunea che è un piacere bruciando Rosi, anche se poi il traversone da sinistra è impreciso. Non riesce a dare continuità alla manovra.
Arbitro Calvarese 6.5: fiscale su Palladino ammonito al primo fallo, puntuale nel complesso. Giusto annullare il gol di Trotta. 

calcio

serie A
bologna fc
crotone calcio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti