Egitto, è ancora finale: Burkina Faso ko ai rigori

L’Egitto conquista per l’ottava volta la finale di Coppa d’Africa. Battuto il Burkina Faso ai calci di rigore (LaPresse)

La Coppa delle favole, delle sorprese, per una volta ha giocato l’asso più scontato, ma non senza stupire: in finale vola l’Egitto, ma il finale – di partita – è ancora tutto da raccontare.

Man of the match – Il Burkina Faso non è stato Burkina “Fato”, il destino ha scelto i faraoni. Ad un passo dal sogno, dopo 120 minuti e il botta e risposta Salah-Bance, l’esperienza ha battuto la giovane incoscienza, i 44 anni di chi ne ha viste tante hanno pesato sul conto finale più dei 20 ingenui e spensierati: El Hadary uomo del match e uomo di tutto l’Egitto ha vinto la sfida con la rivelazione Koffi. Una distanza lunga 24 anni e 11 metri, nel momento in cui il ragazzo – avanti di un gol – si è presentato sul dischetto per il quarto rigore: errore clamoroso, che ha spianato la strada a El Hadary e al suo Egitto.

Verso l’ottavo trionfo – Con il successivo errore di Bertrand Traorè finiscono le speranze d’oro dei burkinabè, restano intatte quelle dei titolatissimi egiziani, imbattuti in Coppa d’Africa da 24 partite (febbraio 2004): domenica giocheranno per l’ottava stella e per confermare di essere infallibili. Su sette finali raggiunte, sono riusciti a non perderne mai una. La nuova dinastia dei faraoni proverà a rispettare le regola, ribaltando quella che vede sempre sconfitto il suo allenatore: per Hector Cuper, ex Valencia, Inter e Parma, sarà il giorno della verità. Per Camerun o Ghana sarà comunque una rivincita, dopo le finali perse rispettivamente nel 2008 e nel 2010. Questa volta, a festeggiare, vogliono essere loro.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 227 volte