Juventus in Calabria, cresce l’euforia bianconera

I giocatori bianconeri atterrati in Calabria per affrontare il Crotone

Buffon e compagni sono atterrati all’aeroporto di Lamezia Terme e hanno raggiunto il ritiro scortati dai tanti tifosi bianconeri che attendevano la squadra di Allegri. Saranno 16.108 gli spettatori presenti allo Scida, il sindaco Pugliese: “Siamo orgogliosi. Che sia una festa di sport”

Dopo quasi otto anni la Juventus torna a giocare in Calabria. Con un po’ di ritardo, se si pensa che la sfida in programma contro il Crotone era fissata per lo scorso dicembre; l’impegno in Supercoppa a Doha ha poi fatto slittare di qualche mese la partita tra bianconeri e rossoblù. Dopo la rifinitura e la conferenza stampa di Massimiliano Allegri, Buffon e compagni sono poi partiti dall’aeroporto di Torino e sono così arrivati a Lamezia Terme, dove migliaia di persone si erano radunate per accogliere i campioni d’Italia. La squadra, però, ha lasciato l’aeroporto attraverso un’uscita secondaria dello scalo per raggiungere l’hotel del ritiro. Nessun contatto con i tifosi, dunque, almeno fino a domani sera in occasione della partita.

L’ultima sfida tra le squadre nel 2006 –
La Calabria è da tempo nota per il suo tifo juventino e negli ultimi giorni la città di Crotone – ma non solo – ha atteso con impazienza l’arrivo della formazione bianconera. Tante le persone in strada ad accompagnare il pullman della squadra, saranno 16.108 gli spettatori presenti allo stadio Ezio Scida per assistere all’incontro di domani. Nei giorni scorsi il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, aveva autorizzato il Crotone Calcio a utilizzare la piena capacità dell’impianto e la maggioranza dei presenti saranno proprio di fede juventina, appartenenti ai tanti club doc riconosciuti dalla società piemontese (33 in totale) e non soltanto. Un affetto che non era mancato nemmeno in occasione dell’ultima partita giocata tra Juventus e Crotone, il 19 settembre 2006 in Serie B e terminata 3-0 per l’allora squadra di Deschamps.

Le parole del sindaco – Sarà una festa dello sport, come ha dichiarato il sindaco della città che ospiterà il match: “Senza fare torto alle grandi squadre che arriveranno nelle prossime settimane, non è una partita come tutte le altre – ha poi aggiunto – pronunciare le parole Crotone e Juventus nella stessa frase è innegabile e rappresenta un legittimo orgoglio per tutta la nostra comunità. Sarà una serata indimenticabile come è giusto che sia, sulla nostra città si accenderanno i riflettori nazionali ed internazionali. Crotone, ne sono certo, risponderà alla grande attraverso i suoi sportivi e la sua gente. Ricevere la Juventus nel massimo campionato di calcio significa aver toccato il punto più alto della nostra storia sportiva e un grande merito va alla società rossoblù per quello che ha saputo costruire in questi anni. Con altrettanta riconoscenza mi rivolgo alla mia gente. Crotone-Juventus va dedicata a tutto il popolo crotonese. Anche attraverso lo sport possiamo dimostrare che una città del sud è capace di essere da serie A al di là dei risultati del campo”.

Tutto esaurito –
Andando poi oltre il possibile risultato sportivo del match, il sindaco Pugliese aggiunge: “Come sempre tutto può accadere ma la gara rappresenta già una vittoria. Sono certo che ci sarà anche grande collaborazione con le forze dell’ordine e con quanti sono addetti alla sicurezza degli spettatori. Che sia per tutti una festa dello sport”, ribadisce. Continua a salire l’attesa dei tifosi del Crotone e – soprattutto – della Juventus in vista della gara in programma alle 18. In occasione dell’evento sportivo il comune ha registrato il tutto esaurito per quanto riguarda le varie strutture ricettive. La città, così come tutta la Calabria, si dimostra ancora una volta un feudo bianconero che dopo oltre dieci anni può riabbracciare i suoi campioni.

Fonte: SkySport

Commenti