Anteprima partita

Vigilia di campionato per gli uomini di Sarri. Il Napoli prepara la gara di domani sera al San Paolo con una preparazione mirata in quel di Castel Volturno.  Contro il Genoa mancherà, per la prima volta, dopo 113 gare consecutive sempre presente, Josè Maria Callejon, oltre a Hysaj, entrambi squalificati, in virtù dei cartellini di Bologna. Sarri ha già pronte le alternative, al loro posto i due omologhi, ovvero Maggio, terzino destro e Giaccherini esterno alto, sempre a destra. Questa la soluzione più logica e forse più opportuna. Il tecnico toscano, in questi giorni, ha predicato la massima concentrazione per questo anticipo di domani. Il Genoa non sta attraversando un buon momento, ma resta una formazione temibile., in cerca di riscatto dopo i deludenti risultati del’ultimo periodo. Il pericolo maggiore, tuttavia, potrebbe essere il pensiero dell’imminente big match del Bernabeu da parte dei giocatori azzurri che sentono in modo particolare l’attesa per una doppia sfida storica. Ma prima c’è la sfida con i rossoblù da non sottovalutare e da vincere a tutti i costi.

La formazione anti Genoa potrebbe prevedere, ovviamente Reina tra i pali, quindi il rientro in difesa di Koulibaly in coppia con Albiol, con Maggio e Ghoulam sulle fasce, mentre a centrocampo, probabile il ritorno di Jorginho in cabina di regia, con Zielinsky ed Hamsik ai lati. Infine in attacco non si può prescindere dal belga, come punta centrale, visto il suo momento magico. A completare il tridente Giaccherini sulla corsia di destra ed Insigne sui quella mancina. Questo, al 99%, sarà lo schieramento del Napoli, nell’anticipo del San Paolo. Per quanto riguarda i liguri, Juric si dovrebbe affidare al modulo 3-4-3,  con Lamanna tra i pali, Munoz al centro e Burdisso e Gentiletti esterni di difesa. Probabile linea di centrocampo a 4 formata da Edenilson, Cataldi, Hiljemark e Laxalt e tridente d’attacco con Pandev, Simeone e Palladino.

Per gli amanti dei numeri, sono 56 i precedenti (di cui 7 in Serie B e 2 in Coppa Italia) del Genoa in casa del Napoli: in due occasioni la partita si è giocato in campo neutro (nel ’41 a Lucca e nel 2002 a Benevento in B). Il bilancio dice che gli azzurri hanno vinto 26 volte (2 in B e 1 in Coppa Italia), i rossoblù 12 (2 in B, 1 in Coppa Italia) e 18 volte (3 in B) si è registrato un pareggio. Sono 79 le reti segnate dal Ciuccio, 53 quelle del Grifone.

 

Commenti