Latina, Vivarini: “Gara importante, non decisiva”

Vincenzo Vivarini, allenatore del Latina (Lapresse)

Sfida delicata per i nerazzurri, c’è la Pro Vercelli. Questo il commento dell’allenatore: “Il campionato è ancora lungo, i punti a disposizione sono tanti ma la partita è sicuramente importante. Dobbiamo dare il massimo”

“Vercelli? Partita importante, ma non decisiva”. Vivarini parla così in conferenza stampa, prima dell’importante sfida di Serie B contro la Pro Vercelli. I nerazzuri lottano per la salvezza: “Dobbiamo dare il massimo, fare una prestazione di coraggio”. Ecco le parole di Vivarini.

“Campionato ancora lungo” – Continua: “È stata una settimana di lavoro, di applicazione da parte dei ragazzi. Abbiamo avuto diversi problemi ma il pensiero è stato solo sulla partita con la Pro Vercelli. Abbiamo analizzato la gara di Pisa dove, con un pizzico di fortuna, avremmo potuto fare risultato pieno. La squadra ha cercato la vittoria fino alla fine, l’atteggiamento è stato giusto nel primo tempo, abbiamo rischiato il meno possibile.  Abbiamo avuto tre occasioni, che di solito il Pisa non concede e di questo va dato merito ai ragazzi. Abbiamo lavorato su questi aspetti”. Sulla gara: “Il campionato è lungo, i punti a disposizione sono tanti ma la partita è sicuramente importante. Dobbiamo dare il massimo, fare una prestazione gagliarda, di coraggio, intensità e ordine. La squadra è consapevole, speriamo di dare il massimo per ottenere il massimo”. Sugli infortunati: “Bandinelli è rientrato in squadra ieri, ha avuto una piccola contusione ma ora è ok. Per il resto, tutti a disposizione”.

Sul Pisa e sulle udienze del Latina – “A Pisa sapevamo della grande spinta dei loro tifosi, erano in tanti e hanno incitato la squadra con grande calore. Temevamo l’approccio alla partita e la spinta del Pisa, abbiamo fatto una squadra per reggere l’urto. Nel secondo tempo dovevamo vincerla con gli innesti di De Giorgio e Corvia che hanno portato qualità e freddezza. Non avessimo preso quel gol a freddo, appena cambiata la linea di difesa quando siamo passati al 4-3-3, potevamo gestire la partita in modo diverso. Corvia è un giocatore importante che va gestito nel miglior modo possibile. Ha avuto un attimo di flessione ma sia a Pisa che in questa settimana, l’ho visto in grande ripresa. Dobbiamo puntare molto su di lui e dargli molta fiducia, sperando che ci dia una grossa mano”. Poi sui rinvii delle udienze: “Sono situazioni particolari perché non è un fallimento economico e non ci sono precedenti di questo tipo qua per quanto riguarda le penalizzazioni che dobbiamo prendere. I giudici dovranno valutare bene tutto. Il rinvio è sicuramente positivo per l’aspetto psicologico perché ci permette di affrontare le partite con la classifica che ci siamo meritati”.

Fonte: SkySport

Commenti