Galliani: “Closing? Resterò per sempre del Milan”

Successo netto contro il Palermo e uno sguardo al futuro, che in casa rossonera adesso potrebbe avere il sapore del closing. Lo storico passaggio di proprietà del club è attesa tra il 13 e il 14 aprile, con la Rossoneri Sport Investment Lux, società controllata da Yonghong Li, pronta ufficialmente a prendere in mano il Milan. “Ho sentito il presidente, se questa è stata la nostra ultima partita è stata una bellissima partita che rimarrà nei nostri occhi e in quelli dei tifosi. Se passeremo dalla cronaca alla storia ci fermeremo a guardare quello che abbiamo fatto in 31 anni. E poi ci si ricorderà delle 8 finali e tanto altro… Io comunque vedrò il presidente Berlusconi domani a pranzo ad Arcore”, le parole dell’attuale amministratore delegato rossonero Adriano Galliani rilasciate a Milan TV nell’immediato post gara con il Palermo. “Qualora ci fosse il passaggio di proprietà giuro che rimarrò milanista. E come hanno avuto rispetto loro che non hanno mai visto dal vivo una partita del Milan, avrei lo stesso rispetto io. E guarderò il derby davanti alla tv”, ha proseguito Galliani.

“Godiamoci questo Suso, ricordo che è costato 300mila euro. Questa estate abbiamo fatto buone operazioni sul mercato. Sosa ha sempre avuto un grande piede e lo sta dimostrando. Spesso vengono messi in risalto solo gli errori. Quest’anno abbiamo avuto diversi infortuni. Calabria mi piace molto, sa fare i cross e per i terzini devono saper crossare”, le parole di Galliani. Il dirigente rossonero ha poi proseguito: “Abbiamo fatto una grande partita contro il Palermo, il gol di Suso è un gioiello. Suso, Deulofeu e Pasalic sono arrivati anche se dicono che gli osservatori li hanno gli altri. Suso sarebbe stato fondamentale in questo mese. Peccato per i due punti persi in trasferta, ma oggi abbiamo fatto bene. Ho sentito il presidente, se questa è stata la nostra ultima partita è stata una bellissima partita che rimarrà nei nostri occhi e in quelli dei tifosi”.  

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 152 volte