Juve, Barzagli: “È l’anno della consacrazione”

“Questa è una stagione di consacrazione per tutto il lavoro che abbiamo fatto e le basi gettate in questi anni”. Andrea Barzagli si sente all’apice della sua carriera e non vuole mollare propria ora che la Juventus è a un passo dal grande sogno: “Ogni anno aumenta la difficoltà nel vincere e ogni anno penso che questo gruppo di calciatori, con dietro questa grande società, fa un lavoro incredibile – racconta il difensore -. Anche quest’anno abbiamo fatto tanto, speriamo domenica di chiudere il campionato”. Lunedì l’ex Wolfsburg e Palermo ha spento 36 candeline: “Li ho festeggiati in ritiro con i miei compagni – continua Barzagli -.Al di là di tutto stavo pensando più alla semifinale di Champions contro il Monaco che al mio compleanno. Non potevo avere un regalo migliore”.

“Totti? Se a 40 anni giochi ancora è perché hai fatto le cose per bene”

A proposità di età avanzata la discussione non può che spostarsi su Francesco Totti, avversario nel big match dell’Olimpico e prossimo al ritiro: “Penso che Francesco è arrivato a un’età in cui per giocare devi essere un grande professionista, oltre a un grande talento sicuramente. È un’età tosta, me ne accorgo io quotidianamente. Arrivare a giocare a 40 anni vuol dire che devi aver fatto le cose per bene durante la carriera”.

“Buffon merita il Pallone d’Oro”

Passando da una leggenda all’altra, Barzagli commenta la grande annata di Gigi Buffon: “Per la stagione che sta facendo merita sicuramente di essere in lizza per il Pallone d’Oro. Poi ci sono sempre Ronaldo, Messi, i soliti grandi fenomeni, ma io lo metto con loro perché sono 20 anni che gioca a livelli straordinari e con grande qualità. Lo ha dimostrato anche nelle ultime partite. Trionfare in Champions lo aiuterebbe a vincere il Pallone d’Oro? Ci piacerebbe intanto alzare la Coppa, penso anche a Gigi – conclude sorridendo il difensore -. Poi speriamo che dopo possa alzare anche qualche altro trofeo”.

Fonte: SkySport

Commenti