Gli interventi di Carmine Tascone, Gianni Improta, Sergio Curcio e Fulvio Pea a Radio Punto Zero

CARMINE TASCONE, talent scout e direttore generale Damiano Promotion, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Conti è uno dei migliori ’94 che ci sono in circolazione in Italia, è un ragazzo duttile, veloce, forte fisicamente e con grande personalità, ma la valutazione fatta dall’Atalanta di circa 30 milioni è eccessiva. Il Napoli non deve preoccuparsi dei preliminari Champions, in rosa ha 21 giocatori che Sarri ha saputo utilizzare. Non è vero che il caso Reina è chiuso, il portiere ha incontrato Giuntoli a Castel Volturno, il ds gli ha confermato che il suo contratto non verrà rinnovato al termine della scadenza. Fossi in Reina andrei via, non può fare la riserva al Napoli. Aveva chiesto un semplice anno in più di contratto. Intanto Giuntoli telefona ogni sera a Neto e Skorupski”.
 
GIANNI IMPROTA, ex centrocampista di Napoli e Sampdoria, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Il giudizio sulla stagione del Napoli non può cambiare a seconda della classifica, il gioco espresso rimane tale, bello ed imponente. Di sicuro c’è qualche rammarico. Per i giocatori è importante pronunciare la parola “scudetto”, anche le avversarie devono capire che da parte del Napoli c’è la reale volontà di farcela. Nonostante i grandi acquisti annunciati non credo che le milanesi potranno diventare sin da subito le antagoniste di Juve, Roma e Napoli. Reina ha palesato qualche incertezza dovuta a situazioni particolari, durante l’annata ha cambiato preparatori ed ha avuto diversi problemi fisici. L’episodio di martedì sera potrebbe scardinare i rapporti che s’erano instaurati col presidente e sarebbe un peccato. Lo spagnolo resta un leader al quale affiancherei un portiere di esperienza ed un terzo più giovane per farlo crescere alle loro spalle”.
SERGIO CURCIO, giornalista di PerSempreNapoli.it, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “I rimpianti della stagione non riguardano i punti persi con le piccole ma le differenti valutazioni degli arbitri. Sono stati negati al Napoli tre rigori evidenti tra Pescara e Genoa mentre la Roma ne ha avuti almeno tre completamente regalati. Pare che il Napoli sia seriamente su Sirigu, portiere di livello internazionale nel giro della nazionale. Reina deve restare anche senza rinnovo, è un giocatore indispensabile per il Napoli, è un uomo squadra ed un signor portiere se sta bene fisicamente. Schick è un giocatore che ha colpito molto il campionato italiano e i dirigenti di parecchi club. Dovrà confermarsi, certo, ma per età, tecnica e struttura fisica è un potenziale giocatore di gran classe. In questo momento, però, avendo un ’94 come Milik che deve cominciare a sgomitare per la prossima stagione, il Napoli è completo nel reparto offensivo. Piuttosto, per l’intensa e continua volontà di dimostrare il suo amore per la città e per la squadra, credo che Quagliarella possa fare al caso di un Napoli che avrebbe bisogno di un’alternativa ai due centravanti valida tecnicamente, motivata e in grado di non stravolgere gli equilibri dello spogliatoio”.
 
FULVIO PEA, allenatore, è intervenuto a “Fuori Gara”, trasmissione dedicata al Calcio Napoli in onda su Radio Punto Zero, dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “Il Napoli ha fatto un grandissimo campionato con numeri importanti e valori tecnici assoluti. Non è mancato nulla, la verità è che anche Juve e Roma hanno fatto benissimo. Risulta difficile fare paragoni col 2014, di sicuro gli attaccanti del Napoli sono brevilinei e non avrebbero problemi ad entrare in forma subito. Sul mercato servirebbe un’alternativa in difesa, per il resto parliamo di una squadra ben assortita con giocatori di valore, difficilmente rinforzabile. Mourinho riesce sempre a trasmettere uno spirito di squadra vincente ai propri giocatori, vince ovunque dimostrando di essere davvero “speciale”. Con lui i giocatori si divertono e mettono le proprie qualità a disposizione di tutti gli altri. Mazzarri è un allenatore molto bravo, vorrei tornasse presto in pista”. 
Fonte: Radio Punto Zero
Commenti