Calendario Inter 2018: il cammino in Serie A

Una partenza con il botto per la nuova Inter, che a San Siro ospiterà la Fiorentina nella giornata di apertura del prossimo campionato di Serie A. Un incrocio che profuma molto di calciomercato, visto il passaggio di Borja Valero in nerazzurro e il possibile viaggio di Vecino, sempre sulla rotta Firenze-Milano. Non parliamo della seconda giornata, quando Luciano Spalletti farà visita al suo recente passato, andando all’Olimpico contro la Roma: il battesimo di fuoco per il nuovo allenatore nerazzurro non poteva essere peggiore. A settembre l’Inter potrà tornare a respirare, almeno sulla carta. Dal 3^ al 7^ turno, ecco Spal e Genoa a San Siro, con le trasferte di Crotone, Bologna e Benevento. Il tutto in attesa della partita aspettata da tutti, il derby ‘cinese’ con il Milan, in programma all’ottava dopo la pausa, con l’andata in casa dei nerazzurri. Il computer della Lega ha regalato all’Inter importanti doppiette: dopo Fiorentina-Roma all’inizio, ecco Milan-Napoli tra 8^ e 9^ turno, con il match del San Paolo altro snodo fondamentale della stagione, già il 22 ottobre.

La banda di Spalletti proverà a incamerare punti importanti tra la 10^ e la 15^ giornata, con quattro turni casalinghi su sei, quando a San Siro arriveranno Sampdoria, Torino, Atalanta e Chievo, a fronte di sole due trasferte (Hellas e Cagliari). L’Inter deve segnare sul calendario la 16^ giornata (10 dicembre), con la sfida dello Stadium con la Juventus, reduce dall’ultimo turno della fase a gironi di Champions: un’occasione che potrebbe rivelarsi ghiotta per Icardi e compagni. Il finale non è proibitivo, con Udinese e Lazio in casa e alla 18^ la trasferta natalizia contro il Sassuolo. Da segnalare che l’ultima giornata di campionato vedrà l’Inter impegnata in trasferta con la Lazio allo stadio Olimpico, 16 anni dopo il famigerato 4-2 del 2002 che consegnò lo scudetto alla Juventus. Fortunatamente per i tifosi nerazzurri, si giocherà il 20 maggio…

Le partite chiave

Inizio, metà e fine da urlo. Non si è fatta mancare niente la nuova Inter di Luciano Spalletti, che avrà due gare fondamentali già all’esordio ad agosto. Il 20, a San Siro, arriva la Fiorentina dell’ex Stefano Pioli, pronto a fare uno scherzetto alla squadra guidata fino a pochi mesi fa. A proposito di ex, chissà come verrà accolto all’Olimpico una settimana più tardi Luciano Spalletti, che sabato 26 alle 20.45 farà visità alla ‘sua’ Roma già alla seconda giornata. Altro mese caldo sarà ottobre. Il 15, a San Siro, ecco il derby con il Milan, con l’andata che vedrà i nerazzurri nelle vesti di padroni di casa. La settimana successiva, trasferta fondamentale al San Paolo contro il Napoli di Sarri, che quattro giorni più tardi potrebbe avere la distrazione della Champions (preliminari permettendo). Quella del non giocare in Europa durante la settimana dovrà essere un’arma in più per Spalletti, che potrà sfruttare ogni giorno per lavorare alla Pinetina e plasmare al meglio la propria creatura. A dicembre, ecco l’ultimo appuntamento da circoletto rosso sul calendario, quello del 16^ turno che vedrà l’Inter opposta alla Juventus. La trasferta dell’Allianz Stadium, storicamente avversa ai colori nerazzurri negli ultimi anni, può essere un trampolino di lancio ideale verso un girone di ritorno dove l’Inter potrà affrontare a San Siro le tre principali pretendenti allo scudetto (Juve, Roma e Napoli), giocando anche sul fattore campo favorevole per tentare l’ingresso fra le prime quattro del torneo. 

1^ giornata: Inter-Fiorentina
2^ giornata: Roma-Inter
8^ giornata: Inter-Milan
9^ giornata: Napoli-Inter
16^ giornata: Juventus-Inter

Spalletti: “Juve ancora davanti a tutti”

Con la squadra impegnata in Cina per la tournèe pre-campionato, l’Inter ha affidato a Luciano Spalletti un commento in vista del prossimo torneo: “La Juventus è ancora più avanti di tutti – ha detto l’allenatore nerazzurro -. La garanzia del Napoli è quella di avere un tecnico del valore di Sarri, quella della Roma di aver tenuto i big, come De Rossi e Strootman. Poi ci sono altre squadre che si sono rinforzate, come il Milan. Anche noi siamo tra queste squadre. Sarà il tempo a dire chi potrà aspirare al paradiso, ovvero a uno dei quattro posti che portano alla prossima Champions League. Tutti vogliamo andarci in paradiso…”

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 125 volte