Gli interventi di Raffaele Auriemma, Giuseppe Maddaloni, Andrea De Marco, Pierluigi Pardo, Claudio Pasqualin, Giovanni Capuano a Radio Crc

Nel corso di “Si gonfia la rete” Raffaele Auriemma ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Martedì scorso De Laurentiis ha sentito telefonicamente il presidente della Real Sociedad e gli ha sottoposto una richiesta verbale  e quindi non ufficiale per Geronimo Rulli anche se il club vorrebbe una richiesta scritta. L’offerta del Napoli di 26 milioni cash comprensiva del 30% per il Manchester City sarebbe stata anche accettata dalla Real Sociedad che però dovrà trovare un sostituto di Rulli. Ecco che allora spunta fuori Mino Raiola che ha tra i suoi assistiti Areola. Se Reina andrà al Psg, il club parigino potrebbe dare in prestito Areola alla Real Sociedad che quindi lasciar partire Geronimo Rulli. Se il Napoli riuscirà a prendere Rulli, quindi, la Real Sociedad punterà su Areola”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giuseppe Maddaloni, amico di Reina

“Reina ha sposato non solo il calcio Napoli, ma la città ed il progetto 4 anni fa. Ieri sera è rimasto colpito dal pubblico partenopeo: sembrava un  calciatore come Cannavaro e quindi un napoletano e non uno spagnolo perché ci ha messo sempre la faccia. Reina è tifoso del Napoli e, ripeto, è rimasto molto colpito da ciò che hanno fatto i tifosi. Ad oggi, Reina non sa quale sarà il suo futuro, non sa come finirà anche perché la scelta non dovrà farla solo lo spagnolo visto che parliamo di un giocatore sotto contatto. Anche ieri Reina ha dimostrato la sua professionalità ed infatti nonostante sia un giocatore in discussione ci ha messo la faccia contro l’Atalanta. Confermo che ieri Reina ci ha confidato: “Dopo questa sera non so se me la sento di lasciare questa maglia”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea De Marco, ex arbitro

“Ci vuole un po’ di pazienza per far sì che anche gli arbitri entrino nel meccanismo della Var. Le prime due settimane però sono positive: diverse situazioni sono state cambiate grazie al Var e questo col tempo diminuirà le proteste. Chiaramente tutto è migliorabile e anche la Var, ma ripeto sono soddisfatto. L’arbitro sarà sempre la figura centrale e credo sia molto più difficile ricoprire il ruolo del Var che chiuso in una stanza deve valutare nel più breve tempo possibile. Un plauso va fatto al Var che ha avuto davvero poche sbavature in queste prime due giornate di campionato. Ieri diverse situazioni sono state valutare bene e gli arbitri devono continuare a lavorare così anche perché poi il meccanismo avrà sempre più uniformità”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“La Var è uno strumento utile, ma si sbaglia ancora nell’applicazione e quando ciò accade, gli errori pesano di più. Quando le situazioni non vengono risolte, scatena ancora più polemica. Se prima il guardalinee non vedeva un fuorigioco, era comprensibile perché si poteva non vedere, ma adesso con l’ausilio delle immagini se l’errore accade è ovvio che crea maggiori polemiche. L’errore fa parte dell’uomo, ma un conto è sbagliare in tempo reale e un altro è farlo con l’ausilio tecnologico. 

I primi 45 minuti di gioco contro l’Atalanta credo siano finiti nell’agenda di Sarri, ma vedo una crescita nella squadra azzurra che ha portato a casa la vittoria nonostante la difficoltà e l’anno scorso non so se l’avrebbe vinta. Juve e Napoli credo siano una spanna avanti alle altre, ma attenzione all’Inter che con Spalletti ha più equilibrio”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto l’avvocato Claudio Pasqualin

“Giudico l’introduzione del Var in incoraggiante, l’iniziativa è opportuna, ma è chiaro che dobbiamo farci l’abitudine. Bisogna guardare il futuro con coraggio, ma finora la Var sta dando più credibilità al calcio. Quando il Napoli gioca come sa fare non ce n’è per nessuno e ieri quando ha deciso di vincerla, ha confermato ancora una volta la sua forza. La prestazione di ieri del Napoli è più che soddisfacente. 

Reina ieri ha avuto una bella dimostrazione di affetto da tutto lo stadio, ma non è la prima volta che accade”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giovanni Capuano, giornalista

“Sono schierato a favore della Var, ma in queste prime due giornate di campionato, il bilancio è insufficiente. E’ stato usato troppo e male e credo che la correzione dovrà essere più rapida e palese. Non si tratta della moviola in campo e non deve creare una realtà parallela. Ho visto il Var applicato in maniera sbagliata perché è andato a pescare degli episodi che non fanno parte del protocollo e se si inizia in questo modo, poi bisogna proseguire in tal senso per non creare disparità. La Var non può sostituire per intero al ruolo dell’arbitro in campo. 

Napoli-Atalanta ha detto che la squadra bergamasca resta una meravigliosa realtà nonostante abbia perso uomini importanti”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti