Roberto Insigne: “Lorenzo passa sopra le critiche. La porta Napoli è aperta, magari l’anno prossimo…”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Insigne, attaccante del Parma in prestito dal Napoli

“Noi del Parma proviamo a portare a casa il risultato in ogni partita. Sto giocando con continuità, si va avanti e si cresce, io sto crescendo e sto migliorando grazie soprattutto al nostro allenatore che è giovane ed ha voglia di emergere. E’ preparato ed io sono a sua disposizione, sto dando il massimo.

Parma, squadra rivelazione della sere B? Si, magari. Siamo solo alla seconda di campionato, l’obiettivo è fare un ottimo campionato e poi alla fine tireremo le somme. Sono nella piazza giusta con l’allenatore giusto e poi sto crescendo: voglio arrivare il più in alto possibile. 

Dezi lo conosco da 7 anni, siamo insieme in campo e anche fuori dal campo. E’ fortissimo ed è migliorato tanto e infatti non capisco perché non giochi in serie A, categoria che merita.

Lorenzo l’ho sentito ed ho visto anche la partita. Hanno detto che la maglia numero 10 ormai la indossano tutti, a me viene da dire adesso di calcio parlano tutti. Tatticamente e tecnicamente l’Italia è fortissima, poi con la Spagna si è perso e la colpa è stata di mio fratello, ma lui non gioca da solo. Lorenzo passa sopra le critiche, mi ha detto solo che giocherà ancora come sa fare e gli ho chiesto la maglia, nulla di più. L’Italia ha perso contro la Spagna, non contro una squadretta e se la squadra ha giocato male è perché è stata la Spagna a costringere gli azzurri a giocare male. 

Ritorno a Napoli? Spero di fare benissimo qui a Parma così poi l’anno prossimo vedremo. La porta Napoli è ancora aperta, ma adesso spero di fare bene a Parma”. 

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti