Benevento, obiettivo salvezza senza spese folli e ingaggi contenuti

Il Benevento cerca di ottenere l’obiettivo  salvezza attraverso una gestione societaria oculata. Chi pensava che il patron Vigorito facesse spese folli, forse è rimasto deluso. L’assenza di grandi esborsi economici ha comunque portato  tanti volti nuovi alla corte di mister Baroni. Il monte ingaggi del Benevento si attesta intorno ai 15 milioni di euro. Dati alla mano, tra i più bassi della serie A.

C’è comunque chi prende più di tutti: è il caso di Cataldi con i suoi 1,5 milioni di euro a stagione. Il secondo calciatore con l’ingaggio maggiore è Lazaar con 700 mila euro annui. Ciciretti, considerato uno dei maggiori talenti, percepisce 250 mila euro all’anno.  Ecco, comunque, quanto prendono i nuovi arrivi: Iemmello 500 mila euro, Armenteros e Costa 400 mila euro, D’Alessandro 350 mila euro, Antei e Letizia 300 mila euro, Coda, Di Chiara, Belec e Lombardi 250 mila euro, Brignoli, Memushaj e Parigini 200 mila euro.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.