Sassuolo, Carnevali: “Berardi? Su di lui Napoli e altri top club, ma no ad opzioni”

SASSUOLO – Un punto nelle prime due giornate dicono i numeri, però in casa Sassuolo si guarda avanti con fiducia. Del resto, si sapeva che con la partenza di Eusebio Di Francesco il club neroverde doveva avviare un nuovo ciclo, puntando su un quasi debuttante per la massima serie come Cristian Bucchi. Lo ribadisce anche Giovanni Carnevali, amministratore delegato della società di patron Squinzi.

CARNEVALI: “AVVIO A RILENTO? CONVINTI DI POTER RECUPERARE PRESTO” – “L’avvio del Sassuolo è stato un po’ a rilento, ma speriamo di recuperare presto. Avremo due gare importanti: una contro l’Atalanta, squadra di grande livello, e poi ci sarà la Juventus – afferma il dirigente del club emiliano commentando ai microfoni di ‘Radio Crc’ l’inizio di campionato della sua squadra – Stiamo provando a non stravolgere quanto fatto negli anni passati e quindi vogliamo puntare su giovani italiani e poi abbiamo trattenuto calciatori richiesti come Berardi e Acerbi. Abbiamo fatto una politica come quella del Napoli, non cedendo i migliori, e siamo convinti di avere una buona squadra con un allenatore giovane e con idee chiare”.

“SU BERARDI NAPOLI E ALTRE BIG, MA NESSUN’OPZIONE” – A proposito del club azzurro, Carnevali conferma l’interessamento per Berardi. “E’ un giocatore molto richiesto, non solo dal Napoli ma da diversi club. Siamo stati chiari però anche con Domenico: noi volevamo trattenerlo perché è molto importante per noi ed è determinante per il presente e il futuro. Non abbiamo preso in considerazione nessuna proposta, neanche quella di un’opzione – spiega l’ad del Sassuolo -. Vogliamo essere liberi di scegliere ed è per questo che abbiamo preferito non dare opzioni a nessuno anche perché Berardi può anche restare con noi, non abbiamo fretta a scegliere il suo futuro. Napoli è un grande club ed è normale che faccia delle richieste su giocatori di grandi livello come Berardi. Lui è giovane e interessante, ma abbiamo rinunciato non solo all’interesse del Napoli, ma a quello di diverse società importanti e siamo felici di averlo trattenuto. Abbiamo un ottimo rapporto col Napoli e se dovesse esserci l’opportunità ne parleremo con la massima tranquillità e disponibilità. Zapata? E’ vero, eravamo interessati, ma a determinate condizioni. Noi siamo attenti al fair play finanziario e ai costi e non avevamo una necessità primaria, per cui abbiamo ritenuto eccessiva la richiesta di Zapata, ma con la massima serenità nei confronti del Napoli”.

“RAGAZZATA QUELLA DI SCAMACCA, MA DANNO PER LUI E PER IL CLUB” – Carnevali commenta anche l’allontanamento di Scamacca dal ritiro dell’Under 19 per motivi disciplinari: “Ha fatto una ragazzata, ma nulla di grave. Esiste un principio etico però che va al di là della parte sportiva per cui è stato portato in Primavera qualche giorno e sarà multato perché questo è un danno per lui e per l’immagine della società”. Per quanto riguarda gli obiettivi, il dirigente del club emiliano preferisce non sbilanciarsi: “Noi dobbiamo cercare di far bene, siamo consapevoli delle nostre forze e siamo una società ambiziosa. Senza grossi stravolgimenti sono sicuro che arriveranno anche i risultati”. Dopo un breve passaggio sulle novità in Lega Calcio (“In Italia dopo l’assemblea di ieri è stato fatto un piccolo passo in avanti anche se andiamo molto a rilento”), Carnevali dice la sua sulla lotta al vertice. “Napoli e Juventus sono tra le più pronte in questo campionato. Hanno fatto un ottimo lavoro in questo avvio di stagione e poi non le scopriamo oggi. Napoli e Juve hanno un’identità ben precisa e lotteranno fino alla fine per lo scudetto. Il Napoli – il giudizio dell’ad del Sassuolo – è una delle squadre più titolate a lottare fino alla fine”.

sassuolo

serie A
Protagonisti:
giovanni carnevali
domenico berardi

Fonte: Repubblica

Commenti