Gli interventi di Alessandro Vocalelli, Luca Telese e Nicola Cecere a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alessandro Vocalelli, direttore del Corriere dello Sport

“Il Napoli è la favorita per lo scudetto, insieme alla Juventus. Non cambio giudizio: saranno loro a giocarsela fino alla fine per il titolo con, forse, le stesse possibilità. 

Tutte le squadre hanno pro e contro: la Juve ha dalla sua una rosa più ampia con alternative importanti in tutti i reparti addirittura in porta, mentre il Napoli ha il vantaggio del gioco e la squadra è più stabilizzata e quadrata. 

Mertens sta facendo cose bellissime, ma il Napoli ha diversi giocatori che possono diventare uomini partita domani: Insigne, Callejon, Hamik e gli stessi difensori possono essere determinanti sui calci piazzati”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luca Telese, giornalista

“Domani tiferò per il Napoli, ma se la Juve dovesse perdere, uscirebbe dal gioco delle grandi. E’ vero, la stagione è molto lunga, ma la Juve ha già incassato diverse sconfitte in questa stagione, ha una linea difensiva non ancora registrata e si trova in una fase di transizione. 

Il tifo dello stadio è determinante, all’Olimpico per esempio quando è venuto a mancare il 12esimo uomo in campo, molte partite sono finite con un pari o una sconfitta, ma sarebbero potute andare meglio. Entrare in un San Paolo con 50mila persone che urlano conta eccome. 

Domani ci sarà un derby anche in panchina tra Sarri e Allegri”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Nicola Cecere, giornalista

“La Juventus ha dei problemi e il Napoli potrebbe dargli una grande botta, indicativa più che decisiva. So che in casa bianconera le stanno provando tutte per mettere in piedi Higuain e farlo giocare almeno 30 minuti anche se alcuni medici non vorrebbero rischiarlo. 

Bonucci nel Milan non sta rendendo, ma alla Juve era una colonna e lasciandolo partire hanno mosso un pilastro anche perchè le alternative non sono all’altezza. 

Il vero progresso del Napoli di questa stagione sta nella fase difensiva. Purtroppo si è perso un protagonista importante come Ghoulam, ma i meccanismi sono oliati e il centrocampo fa ben filtro. Se Hamsik nel girone di ritorno iniziasse a segnare, si avrebbe un’ulteriore risorsa che potrebbe essere determinante per lo scudetto”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti