Milan-Donnarumma: ecco come stanno le cose

Caressa: “Donnarumma? Per me verrà ceduto a gennaio, ma…”

All’interno dello studio su Sky Sport 24 anche Fabio Caressa ha commentato la complessa situazione di fronte alla quale si ritrova la dirigenza rossonera, scartando l’ipotesi del possibile ricorso perché “fumoso dal punto di vista giuridico”. Riguardo le scelte che farà il portiere, nessun dubbio: “Quando Raiola voleva portare via Donnarumma dal Milan, fu poi sconfessato dalla firma del contratto e credo sia stata più un’iniziativa della famiglia per tenerlo tranquillo in una situazione in cui tutti, noi compresi, lo avevamo esortato a firmare. A quell’età è meglio che te ne stai un altro anno tranquillo. L’accordo non a caso è stato anche familiare, nel senso che poi è rientrato anche il fratello nella trattativa. Questo aveva fatto ipotizzare che la posizione di Raiola nei confronti del suo assistito non fosse più così forte, ma visto questo ritorno molto forte vuole dire che il sodalizio è molto unito. Se fossi al tavolo da poker con lui e avesse fatto all-in, sarei andato a vedere il bluff. L’obiettivo infatti non è mettere la dirigenza spalle al muro adesso, ma creare una strategia in cui si inizia a dire: ‘Eh, ma se non va via adesso, partirà tra un anno. Allora vendiamolo subito”. È un modo di fare pressione e la società potrebbe non avere l’interesse di tenere il ragazzo a queste condizioni. Il colpevole in quel caso sarebbe Raiola e questo mi fa pensare che Donnarumma verrà venduto a gennaio, ma resterà a Milano altri sei mesi”. 

Fonte: SkySport

Commenti