Esclusiva Acerbi: “Prima mi credevo invincibile”

Cento partite consecutive senza saltare nemmeno un minuto. E’ un record davvero speciale quello raggiunto domenica scorsa contro la Sampdoria al Ferraris da Francesco Acerbi, difensore del Sassuolo. Nemmeno una gara saltata per squalifica, evento davvero ‘insolito’ per chi gioca nel suo ruolo: ospite nel pomeriggio di Sky Sport 24, Acerbi  ha spiegato il suo segreto per poi passare al momento vissuta dalla squadra con Iachini: nelle parole del difensore neroverde spazio anche ad un pensiero su Fabio Cannavaro e sul Milan, sua ex squadra.

“Orgoglioso di questo traguardo”

“Sono orgoglioso di questo traguardo, non ci avevo pensato fino alla settimana scorsa, ma è una grande soddisfazione, anche se penso prima alla squadra e poi a me. Fare tante partite consecutive non è facile, per riuscirci un calciatore a certi livelli deve fare vita sana e dare il massimo, ci vuole fisico e anche un po’ di fortuna, ma la differenza la fanno la testa e la voglia di lottare su quello che credi e che vuoi ottenere nella vita. E’ il mio tipo di calcio, metto molta attenzione a quello che faccio, penso ai falli che potrei fare, cerco di leggere le situazioni di gioco prima ed evitare punizioni pericolose, poi può succedere e se c’è da prendere l’ammonizione la prendo, ci mancherebbe”.

Fonte: SkySport

Commenti